GARE D’ APPALTO TRA GESTORI DEI CANILI, CANI TRASFERITI DA UN COMUNE ALL’ ALTRO COME PACCHI, ESSERI SENZIENTI BARATTATI AL MINOR COSTO.
IL MONDO DEL VOLONTARIATO PIANGE UNA GIORNATA IN CUI LA VERA TUTELA DEL BENESSERE ANIMALI È  VENUTA A MENO.
Le parole della Dott.ssa Anna Rita Salaris nelle vesti di Presidente della L.E.I.D.A.A. SARDEGNA E COORDINATRICE DEL MOVIMENTO ANIMALISTA SARDEGNA:
“Oggi è stata una giornata pesante ! Vedere andar via dei cani presso un canile che si preaggiudica una gara senza che chi di dovere, ABBIA CONTROLLATO I REQUISITI,  (ma in nome del dio denaro e del risparmio a scapito del BENESSERE ANIMALE, tutto si puo’!) fa VERGOGNARE TUTTE LE PERSONE CHE APPLICANO LE.LEGGI E SI BATTONO PER IL LORO RISPETTO!!!
Cani con occhi spaventati, tristi, agitatissimi,  verso un destino incerto, non ci sono parole!
E vedere le lacrime delle volontarie ti fa capire quanto AMORE ci sia verso gli animali!
Peccato che le Istituzioni preposte facciano lo scarica barile e se ne freghino di quelle ANIME , ESSERI SENZIENTI NON PACCHI POSTALI! Sentire rispondere da un comandante della polizia municipale:” se non hanno i requisiti torneranno indietro!!!” Ci rendiamo conto???? Cari Signori ho mosso Ministero della Salute, Prefettura ecc non finisce qui!!! Pregate che a quei cani non succeda NULLA nel posto dove andranno perché la Procura è già allertata!!! Il BENESSERE ANIMALE PRIMA DI TUTTO , BASTA ALLE GARE AL RIBASSO !!! Vi AGGIORNO!!!
Un’ultima VERGOGNA, hanno richiesto l’intervento di 2 pattuglie dei Carabinieri, di una della Polizia di Stato ed una della Polizia Municipale, neanche fossimo terroristi!!!!”
La Presidente della L.E.I.D.A.A Sardegna ha diffidato il trasferimento dei cani, chiedendo alle Istituzioni preposte di fare prima i controlli e poi in caso di conferma dei requisiti stabiliti per legge attuare il trasferimento. Nella diffida ai Comuni di Decimomannu e Villasor sono state indicate delle criticità riscontrate per mancanza di requisiti fondamentali, come la presenza all’interno del canile di un’associazione di volontariato come previsto dalla Legge e riconosciuto come requisito fondamentale, l’avere un sito web che dia visibilità ai cani che ricordiamo dovrebbe passare poco tempo in canile e non tutta la vita.
Alle dichiarazioni della Dott.ssa Salaris, si unisce anche quella di una volontaria Silvia Troncia, che accomuna lo strazio vissuto da tutto il mondo del  volontariato:
“Oggi 30/12/2021 una sconfitta incredibile che spero non sia finita così, e’ come tornare indietro di 15/20 anni dove nei canili non esistevano veterinari, ma anzi i cani malati venivano soppressi con il consenso di tutte le istituzioni. Nel 2021/22 ancora che vincano le gare d’appalto per la custodia degli animali d’affezione solo per il prezzo economico senza fare gli adeguati controlli dei documenti e della struttura e’ una  vergogna, ma ancora più vergognose sono le istituzioni, che non sono inesistenti come sempre ma anzi stanno favoreggiando e sostenendo questo maltrattamento animale!!!!! Tra l’altro per questo comune in questa gara  d’appalto i gatti sono inesistenti, non sono neanche considerati e nominati!!!!
Non si può perdere questa battaglia per tutte le volontarie della Sardegna e per tutti i cani gatti presenti e futuri!!!!!”

La Dott.ssa Salaris, a conclusione dichiara che continuera’ ad andare avanti nelle giuste sedi per la tutela dei cani e del loro benessere.

L'articolo Denuncia a Radio Zampetta Sarda: “Gare d’appalto tra gestori dei canili, animali trasferiti e trattati come pacchi” proviene da Casteddu On line.

- SARDA NEWS -

LEGGI TUTTE LE NOTIZIE DI OGGI
 

Leggi tutte le notizie del giorno in Sardegna

Leggi tutte le Offerte di Lavoro in Sardegna


Sarda News non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità nei suoi contenuti originali. *La responsabilità del contenuto degli articoli importati dai feed rss è totalmente a carico della reale fonte dell'informazione indicata al termine di ogni notizia.
Sardanews.it - portale web informativo, non gode di finanziamenti pubblici, non chiede registrazioni personali agli utenti, totalmente gratuito, autofinanziato e sostenuto dai banner pubblicitari che compaiono tra le notizie. Se vuoi sostenerci ti ringraziamo per la fiducia e ti invitiamo a disabilitare eventuali adblock attivi sul tuo browser. Per informazioni e segnalazioni scrivi al nostro indirizzo e-mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.