Ha guidato il carro attrezzi per un quarto di secolo in tutte le strade di Cagliari, per rimuovere automobili in sosta vietata o in doppia fila. Dallo scorso primo aprile, però, Davide Muccelli, 54enne cagliaritano, è stato a sua volta rimosso dall’incarico. “Cassa integrazione, praticamente disoccupato”, spiega. C’è anche lui tra i lavoratori che, con l’arrivo della nuova società che si è aggiudicata l’appalto del Comune, sono stati improvvisamente tagliati fuori. Un taglio che rischia di essere permanente: “Passo da 1500 a ottocento euro al mese che, forse, inizierò a vedere tra due mesi, perchè l’Inps non paga subito. Ci vogliono portare via questo lavoro che facciamo in maniera professionale”, afferma, “è pieno di complicazioni e problemi, ci vuole esperienza”. Certo, capitano le giornate difficili, quasi tutte. Chi si vede portar via la propria automobile non ha mica il sorriso sulle labbra: “Capitano i battibecchi, ma noi spieghiamo che stiamo solo eseguendo gli ordini dei vigili”. La sua posizione, come quella dei colleghi, è in bilico. Domani dovrebbe esserci un incontro con prefetto e questore, ma i dubbi restano, e sono comunque tanti.E allora, nell’attesa di un possibile miracolo, Muccelli racconta tanti aneddoti: “Molte volte abbiamo fatto una colletta tra noi lavoratori per aiutare le persone disperate che non avevano i soldi per ritirare l’auto. L’appalto non prevede sconti, diciamo che sono state opere di buon cuore”. Che, raccontate oggi, hanno tutto un altro sapore. “Oggi non ho più un lavoro, a 54 anni chi mi prende? Solo la nuova ditta, ma posso garantire che questo appalto non funzionerà perchè è troppo oneroso, non ci rientra nessuno. Se il Comune vuole una cosa seria, dovrebbe aumentare gli introiti”.

- SARDA NEWS -

LEGGI TUTTE LE NOTIZIE DI OGGI
 

Leggi tutte le notizie del giorno in Sardegna

Leggi tutte le Offerte di Lavoro in Sardegna


Sarda News non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità nei suoi contenuti originali. *La responsabilità del contenuto degli articoli importati dai feed rss è totalmente a carico della reale fonte dell'informazione indicata al termine di ogni notizia.
Sardanews.it - portale web informativo, non gode di finanziamenti pubblici, non chiede registrazioni personali agli utenti, totalmente gratuito, autofinanziato e sostenuto dai banner pubblicitari che compaiono tra le notizie. Se vuoi sostenerci ti ringraziamo per la fiducia e ti invitiamo a disabilitare eventuali adblock attivi sul tuo browser. Per informazioni e segnalazioni scrivi al nostro indirizzo e-mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.