Dal 1° gennaio 2021 tutte le famiglie della città di Cagliari possono risparmiare grazie all’introduzione del Tributo Puntuale, il nuovo modo di calcolare la tassa sui rifiuti che tiene conto del numero di volte che viene esposto il rifiuto secco indifferenziato, ovvero quello nel mastello grigio da 45 litri.

Le leggi in vigore chiedono di rispettare il principio che chi produce meno deve pagare meno, come già avviene con la bolletta della luce o dell’acqua. Quindi è giusto che a chi produce meno rifiuti venga riconosciuto uno sconto in bolletta.

Utilizzare al meglio il tributo puntuale è semplice e inizia facendo bene la raccolta differenziata in casa, così da avere più rifiuti separati correttamente nelle altre frazioni e ridurre la quantità di indifferenziato, che andrà messo fuori di casa utilizzando il contenitore individuale quando sarà pieno.

Un buon modo per fare meglio la differenziata è, per esempio, smaltire i bicchieri in plastica, anche non perfettamente puliti purchè privi di grossi residui di cibo, nel mastello blu della plastica. I cartoni della pizza non vanno nel secco ma vanno trattati come qualsiasi altro contenitore in carta e cartone e quindi, una volta eliminati gli eventuali residui di cibo, schiacciati con cura e messi nel contenitore giallo.

Tutte le ulteriori indicazioni per differenziare correttamente sono disponibili nell’Ecobolario, consultabile su https://cagliariportaaporta.it/arera-2020/ecobolario/ e su Aligapp.

Il Tributo Puntuale non è un obbligo ma un’opportunità: chi lo desidera o ne ha necessità potrà continuare a portare fuori di casa il rifiuto secco indifferenziato ogni settimana come ha sempre fatto (52 volte l’anno), pagando la tariffa annuale piena; chi lo farà meno di 52 volte avrà una riduzione graduale; chi invece esporrà il secco fino a un massimo di 26 volte l’anno otterrà invece il massimo sconto sul nuovo tributo. In pratica, meno volte si espone il secco, meno Tari si paga.

I cittadini che hanno diritto al servizio aggiuntivo Panni (pannolini o panni per adulti) continueranno a usufruirne gratis come prima e con le stesse modalità.

I vantaggi dell’introduzione del Tributo Puntuale sono tanti, a livello sia collettivo che individuale: il Comune guadagnerà di più vendendo i materiali recuperati, spenderà meno per lo smaltimento, non dovrà più pagare sanzioni e potrà accedere ai premi che la Regione Sardegna dà ai Comuni che fanno meglio la differenziata. Questi soldi contribuiranno a ridurre il Tributo riconoscendo uno sconto ai cittadini che, producendo meno rifiuti, avranno contribuito a ridurre i costi del servizio.

Infatti, se prima i costi complessivi del servizio di raccolta rifiuti venivano pagati ugualmente da tutti, indipendentemente dalla quantità di rifiuti prodotta, con il Tributo puntuale chi fa meglio la raccolta differenziata ha un riconoscimento per il suo impegno.

Attenzione: ogni famiglia per conferire il rifiuto secco indifferenziato può utilizzare solo il mastello grigio da 45 litri, chi lo avesse smarrito può farne richiesta gratis presso il Centro Informazioni di Viale Ciusa nei giorni ed orari di apertura indicati sul sito cagliariportaaporta.it e su Aligapp.

Considerate le limitazioni legate all’emergenza COVID-19, per evitare o limitare lunghe file e tempi di attesa agli sportelli, si suggerisce di scaricare i moduli necessari dalla pagina cagliariportaaporta.it/cagliari-porta-a-porta/modulistica, di compilarli con cura e di inviarli, insieme alla documentazione richiesta, all’indirizzo e-mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo..

Il nuovo metodo di tariffazione, attualmente in vigore solo per le utenze domestiche, è destinato a produrre i primi benefici, economici e non solo, già a partire dall’anno in corso, con la partecipazione attiva di tutti i cittadini.

L'articolo DALLA TARI ALLA TARIP. Cosa occorre sapere sul nuovo Tributo puntuale proviene da Casteddu On line.

- SARDA NEWS -

LEGGI TUTTE LE NOTIZIE DI OGGI
 


Sarda News non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità nei suoi contenuti originali. La responsabilità del contenuto degli articoli importati dai feed rss è totalmente a carico della reale fonte dell'informazione indicata al termine di ogni notizia.
Sardanews.it - portale web informativo, non gode di finanziamenti pubblici, non chiede registrazioni personali agli utenti, totalmente gratuito, autofinanziato e sostenuto dai banner pubblicitari che compaiono tra le notizie. Se vuoi sostenerci ti ringraziamo per la fiducia e ti invitiamo a disabilitare eventuali adblock attivi sul tuo browser. Per info e segnalazioni scrivi a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.