Un minuto dopo la fine dell’allerta meteo per temporali, grandine, pioggia, vento in vigore fino alle 23.59 di questa sera, scatterà una nuova allerta. Ma non per il maltempo: il codice giallo questa volta è stato emesso dalla Protezione Civile per il rischio incendio, in tutta la zona del Cagliaritano. Una circostanza decisamente singolare, anche perché la propagazione dei roghi è favorita da condizioni di siccità, non preceduta da pioggia e temporali.

 

A proposito di allerte, si indaga per capire se davvero la Regione non abbia emanato alcuna allerta prima dell’alluvione del 15 settembre. Il governatore Acquaroli, nel giorno della visita del ministro dell’Interno Lamorgese che non ha però voluto pronunciarsi su eventuali responsabilità, ha annunciato l’istituzione di una commissione d’inchiesta per accertare ed evidenziare “eventuali responsabilità e disfunzioni” nelle procedure d’intervento.

Ancora nessuna traccia del piccolo Mattia, il bimbo di 8 anni strappato alle braccia della madre da una violentissima ondata di acqua e fango, mentre in tutto il centronord scatta una nuova allerta per una perturbazione che si prevede molto pesante.

L'articolo Dall’allerta pioggia al rischio incendio, le pazze previsioni sulla Sardegna proviene da Casteddu On line.

- SARDA NEWS -

LEGGI TUTTE LE NOTIZIE DI OGGI
 

Leggi tutte le notizie del giorno in Sardegna

Leggi tutte le Offerte di Lavoro in Sardegna


Sarda News non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità nei suoi contenuti originali. *La responsabilità del contenuto degli articoli importati dai feed rss è totalmente a carico della reale fonte dell'informazione indicata al termine di ogni notizia.
Sardanews.it - portale web informativo, non gode di finanziamenti pubblici, non chiede registrazioni personali agli utenti, totalmente gratuito, autofinanziato e sostenuto dai banner pubblicitari che compaiono tra le notizie. Se vuoi sostenerci ti ringraziamo per la fiducia e ti invitiamo a disabilitare eventuali adblock attivi sul tuo browser. Per informazioni e segnalazioni scrivi al nostro indirizzo e-mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.