Da Terralba, storie di ragazzi raccontate dal rapper Michele Dessì
Video su YouTube, in preparazione il suo primo album, “Diverso”

Michele Dessì

Ventitrè anni, originario di Terralba e con tanta voglia di raccontare e parlare di sé. Michele Dessì, in arte Ninentysevenen, è un giovane rapper. Compone i propri testi da un anno a questa parte e racconta il mondo e le esperienze di un ragazzi come lui. Nelle sue canzoni affronta anche temi come l’handicap o la mancanza di una figura adulta di riferimento.

“Nei mie testi parlo di ciò che ho visto da piccolo”, spiega Michele Dessì, “di quello che ho passato durante la mia infanzia fino a oggi”.

Tutti i brani finora composti e registrati da lui sono disponibili su YouTube, canale ninentysevenen, e traggono ispirazione dal vissuto di un ragazzo adolescente in un paese della provincia di Oristano.

“Un testo, ad esempio”, spiega il giovane rapper, “parla di un ragazzo disabile che non si sente a suo agio con il proprio corpo; un altro invece è la storia di un ragazzo cresciuto senza un padre. Cerco di trasmettere, tramite i miei testi, dei messaggi ai ragazzi d’oggi”.

L’ultimo singolo si intitola “Sono così” ed è uscito appena ieri. Michele Dessì è già al lavoro per far uscire il suo primo album che si intitolerà “Diverso”.



Giovedì, 22 aprile 2021

L'articolo Da Terralba, storie di ragazzi raccontate dal rapper Michele Dessì sembra essere il primo su LinkOristano.it.

Fonte: Link Oristano

- SARDA NEWS -

LEGGI TUTTE LE NOTIZIE DI OGGI
 


Sarda News non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità nei suoi contenuti originali. La responsabilità del contenuto degli articoli importati dai feed rss è totalmente a carico della reale fonte dell'informazione indicata al termine di ogni notizia.
Sardanews.it - portale web informativo, non gode di finanziamenti pubblici, non chiede registrazioni personali agli utenti, totalmente gratuito, autofinanziato e sostenuto dai banner pubblicitari che compaiono tra le notizie. Se vuoi sostenerci ti ringraziamo per la fiducia e ti invitiamo a disabilitare eventuali adblock attivi sul tuo browser. Per info e segnalazioni scrivi a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.