Una 40enne finisce ai domiciliari: la sua abitazione era un deposito di stupefacente

CAGLIARI. Centoventi grammi di cocaina e 2 chili di marijuana nell’abitazione di una 40enne cagliaritana, probabilmente solo custode del considerevole quantitativo di stupefacente per conto di trafficanti e spacciatori. Al deposito della droga, in via Pier della Farncesca, quartiere Mulinu Becciu, sono arrivati gli agenti del gruppo Falchi della squadra mobile di Cagliari a seguito di attività investigativa. Ieri 2 giugno i poliziotti sono andati a far visita alla donna con mandato di perquisizione della autorità giudiziaria, puntando in particolare alla sua cantina nella palazzina.

La sospettata, vistasi ormai alle strette, ha consegnato una bustina contenente 5 grammi di cocaina. La perquisizione domiciliare, svolta con il fondamentale ausilio dell’unità cinofila della guardia di finanza di Cagliari, ha consentito di rinvenire all’interno della cantina 2 buste in nylon con circa 120 grammi di cocaina, oltre ad altre varie buste di plastica contenenti 2 chili di marjuana. Oltre alla droga venivano sottoposti a sequestro numerosi bilancini di precisione e macchine per il sottovuoto. La donna è stata accompagnata presso il suo domicilio in attesa dell’udienza direttissima prevista per oggi 3 giugno.(luciano onnis)

Fonte: La Nuova Sardegna

- SARDA NEWS -

LEGGI TUTTE LE NOTIZIE DI OGGI
 


Sarda News non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità nei suoi contenuti originali. La responsabilità del contenuto degli articoli importati dai feed rss è totalmente a carico della reale fonte dell'informazione indicata al termine di ogni notizia.
Sardanews.it - portale web informativo, non gode di finanziamenti pubblici, non chiede registrazioni personali agli utenti, totalmente gratuito, autofinanziato e sostenuto dai banner pubblicitari che compaiono tra le notizie. Se vuoi sostenerci ti ringraziamo per la fiducia e ti invitiamo a disabilitare eventuali adblock attivi sul tuo browser. Per info e segnalazioni scrivi a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.