Oristano

Nei giorni scorsi era stata l’associazione Komunque donne a lanciare l’allarme per l’assistenza negata ai malati sofferenti

Riavranno da lunedì prossimo le cure palliative i circa 100 pazienti che ne hanno necessità e a cui sono state negate da un mese. Lo ha deciso il direttore generale della Asl Angelo Serusi che con questo scopo ha disposto il reintegro del medico impegnato in questo servizio, il dottor Giuseppe Obinu.

Anestesista all’ospedale di Oristano, Obinu da oltre due anni è autorizzato a dedicare sei ore del suo orario settimanale all’impegno nell’hospice e altre dieci ore di prestazioni aggiuntive alle visite domiciliari richieste dai pazienti con necessità di terapia del dolore o di cure palliative. 

Dal primo gennaio scorso, però, proprio in coincidenza con l’arrivo del direttore generale Serusi, l’autorizzazione alle prestazioni aggiuntive di Obinu non è stata rinnovata e da allora è stato interrotto questo importante servizio. Con le immaginabili conseguenze per i tanti pazienti che ne usufruivano: malati con gravi malattie degenerative o in fase terminale e le loro famiglie, residenti in centri anche molto distanti dal capoluogo.

Da aggiungere che la contrazione dell’impegno orario del dottor Obino ha coinciso con l’assenza della dottoressa Filomena Panzone, oncologa impegnata a tempo pieno nell’hospice, e così nel presidio è rimasto in queste settimane solo un medico, il dottor Obino appunto, per sei ore settimanali. 

Un grave disservizio denunciato nei giorni scorsi dall’associazione Komunque donne che aveva parlato di “situazione fuori controllo” e di “indifferenza rispetto a chi muore letteralmente di dolore”. 

L’appello di Komunque donne, dei malati terminali e delle loro famiglie è stato accolto dal direttore generale Angelo Serusi che ha ripristinato il servizio a cui ha annunciato di voler dare una maggiore stabilità:  “Nei prossimi giorni – ha affermato il direttore generale Angelo Serusi – con il dottor Obino e la dottoressa Panzone faremo un’analisi dei bisogni degli utenti, a cui va garantito un servizio che possa contare su un anestesista rianimatore da dedicare interamente a queste cure”. 

Venerdì, 28 gennaio 2022

Grazie per aver letto questo articolo. Se vuoi commentarlo, accedi al sito o registrati qui sotto. Se, invece, vuoi inviarci un’informazione, una segnalazione, una foto o un video,  puoi utilizzare il numero Whatsapp 331 480 03 92, o l’indirizzo email Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Fonte: Link Oristano

- SARDA NEWS -

LEGGI TUTTE LE NOTIZIE DI OGGI
 

Leggi tutte le notizie del giorno in Sardegna

Leggi tutte le Offerte di Lavoro in Sardegna


Sarda News non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità nei suoi contenuti originali. *La responsabilità del contenuto degli articoli importati dai feed rss è totalmente a carico della reale fonte dell'informazione indicata al termine di ogni notizia.
Sardanews.it - portale web informativo, non gode di finanziamenti pubblici, non chiede registrazioni personali agli utenti, totalmente gratuito, autofinanziato e sostenuto dai banner pubblicitari che compaiono tra le notizie. Se vuoi sostenerci ti ringraziamo per la fiducia e ti invitiamo a disabilitare eventuali adblock attivi sul tuo browser. Per informazioni e segnalazioni scrivi al nostro indirizzo e-mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.