Saranno dislocati da Prot.Civile a Cosenza, Crotone,Vibo e Locri

(ANSA) - CATANZARO, 13 NOV - "Le nostre richieste sono state accolte. Il capo del dipartimento di Protezione civile, Angelo Borrelli, mi ha confermato che, a breve, la Calabria riceverà quattro ospedali da campo da adibire all'assistenza dei pazienti affetti da Covid-19". Lo comunica il presidente facente funzioni della Giunta regionale, Nino Spirlì.

I quattro ospedali saranno ubicati a Cosenza, Crotone, Vibo Valentia e Locri. Una soluzione che garantirà copertura sanitaria anche in quei territori sprovvisti di presidi anti-Covid.

"Sono particolarmente orgoglioso del risultato raggiunto. Nei giorni scorsi - afferma Spirlì - avevo chiesto ufficialmente alla Protezione civile e alla Croce rossa italiana la consegna di ospedali da campo attrezzati per far fronte alla seconda ondata della pandemia e fondamentali per decongestionare i nostri ospedali. Il mio appello, condiviso con la Giunta e i consiglieri regionali, è stato accolto con grande sollecitudine e questo non può che infondere nuova fiducia per il prossimo futuro. In pochi giorni abbiamo centrato obiettivi importanti come l'aumento di 244 posti letto (tra cui 10 di terapia intensiva) in tutta la regione e il reclutamento di 300 tra medici e infermieri da destinare alla battaglia contro il Coronavirus. L'operatività dei quattro ospedali da campo migliorerà dunque l'offerta complessiva e ci consentirà di affrontare le prossime settimane con maggiore serenità. Questa Giunta regionale continua a essere in prima linea contro il Covid e al fianco di tutti i Calabresi". (ANSA).

Fonte: La Nuova Sardegna

- SARDA NEWS -

LEGGI TUTTE LE NOTIZIE DI OGGI
 


Sarda News non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità nei suoi contenuti originali. La responsabilità del contenuto degli articoli importati dai feed rss è totalmente a carico della reale fonte dell'informazione indicata al termine di ogni notizia.
Sardanews.it - portale web informativo, non gode di finanziamenti pubblici, non chiede registrazioni personali agli utenti, totalmente gratuito, autofinanziato e sostenuto dai banner pubblicitari che compaiono tra le notizie. Se vuoi sostenerci ti ringraziamo per la fiducia e ti invitiamo a disabilitare eventuali adblock attivi sul tuo browser. Per info e segnalazioni scrivi a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.