Il sindaco non vuole assembramenti. Scatta la protesta

(ANSA) - GENOVA, 18 MAR - Sono state smontate e portate via, una a una, le panchine del centro storico della Spezia. Una misura che è stata adottata dal Comune, su indicazione della questura, per evitare assembramenti nel fine settimana. Ma il provvedimento ha suscitato i 'mugugni' degli anziani frequentatori delle piazze Sant'Agostino e del Bastione: contrariati, si sono presentati in piazza con le sedie portate da case e prese nei bar per mettersi a chiacchierare. "Levate le panchine? Portemo e careghe" si legge su un foglio appeso sullo schienale di una sedia.

"Apprezzo la tipica ironia spezzina, ma la rimozione delle panchine non è uno scherzo dell'amministrazione, mai l'inevitabile conseguenza di comportamenti sconcertanti e irresponsabili dello scorso weekend, è una richiesta del Comitato per l'Ordine e la Sicurezza" replica il sindaco Pierluigi Peracchini. "Nelle altre città italiane si stanno chiudendo piazze e predisponendo sensi unici nelle aree pedonali dei centri storici, misure che ho personalmente scongiurato. Ma per evitarle davvero è necessario lo sforzo di tutti, giovani e meno giovani, per seguire le norme anti contagio evitando assembramenti. Chiedo la massima responsabilità perché siamo in zona arancione quasi completamente circondata da zone rosse. I controlli? Ci sono, ma non è possibile marcare a uomo ogni cittadino come se fossimo in uno stato di polizia" ha aggiunto il sindaco. (ANSA).

Fonte: La Nuova Sardegna

- SARDA NEWS -

LEGGI TUTTE LE NOTIZIE DI OGGI
 

Leggi tutte le notizie del giorno in Sardegna

Leggi tutte le Offerte di Lavoro in Sardegna


Sarda News non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità nei suoi contenuti originali. *La responsabilità del contenuto degli articoli importati dai feed rss è totalmente a carico della reale fonte dell'informazione indicata al termine di ogni notizia.
Sardanews.it - portale web informativo, non gode di finanziamenti pubblici, non chiede registrazioni personali agli utenti, totalmente gratuito, autofinanziato e sostenuto dai banner pubblicitari che compaiono tra le notizie. Se vuoi sostenerci ti ringraziamo per la fiducia e ti invitiamo a disabilitare eventuali adblock attivi sul tuo browser. Per informazioni e segnalazioni scrivi al nostro indirizzo e-mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.