Chiusi parchi e scuole, raccomandazione di fare la spesa una sola volta al giorno

VILLASIMIUS. Il sindaco di Villasimius Gianluca Dessi, nella giornata di oggi 13 novembre, in cosiderazione dell’aggravarsi della situazione di contagio da Covid 19, con l’obiettivo di fronteggiare l’emergenza epidemiologica, ha emesso due ordinanze, concordate con il centro operativo comunale (c.o.c.) Con la prima ha disposto, dal 16 al 25 novembre compreso, la chiusura del plesso scolastico dell’istituto comprensivo statale di via Leonardo Da Vinci, la sospensione della frequenza degli alunni di tutte le classi della scuola primaria e secondaria di primo grado e di ogni attività didattica e amministrativa, nonché la sanificazione degli ambienti e la contestuale esecuzione di test sierologici anticorpali, con sangue capillare, effettuati su base volontaria, sull’intera popolazione scolastica del plesso e sul personale docente e non docente. Le lezioni, invece, non saranno sospese nella scuola primaria che continuerà a rimanere aperta.

Con la seconda ordinanza ha disposto, a decorrere da domani 14 novembre e sino al 3 dicembre compreso, la limitazione di specifiche attività individuali e collettive. In particolare ha ordinato la chiusura di parchi giochi pubblici e privati, giardini aperti al pubblico, parchi tematici e di divertimento. Durante le cerimonie funebri sarà consentito l’ingresso in cimitero ai soli parenti e fino a un massimo di 15 persone, con uso obbligatorio e continuativo di apposita mascherina e mantenimento della distanza personale di almeno 1 metro. Ha inoltre disposto la sospensione del mercato settimanale del sabato nell’area parcheggi ricompresa tra la caserma dei carabinieri e la via Donatello fatta eccezione per le attività di vendita di generi alimentari. Ha prescritto il divieto assoluto di assembramento in spazi pubblici e il divieto per i minori di allontanarsi dalle proprie abitazioni se non per comprovate necessità e sempre accompagnati da un familiare adulto. Ha altresì raccomandato di effettuare per una sola volta al giorno, per nucleo familiare, la spesa di beni alimentari e di prima necessità.

Ha ribadito il divieto di circolazione dalle 22 alle 5, fatta eccezione per comprovati motivi di lavoro, necessità e salute, con autocertificazione sulla ragione dello spostamento, l’obbligo continuativo di avere sempre con se dispositivi di protezione delle vie respiratorie e indossarli correttamente, così come disposto dall’ultimo dpcm. Ha, infine, sospeso l’attività di piscine e palestre, scuole e centri di attività sportive di base e giovanili, scuole calcio, scuole di ballo, centri natatori, centri benessere, centri termali, fatta eccezione per l’erogazione delle prestazioni rientranti nei livelli essenziali di assistenza e per le attività riabilitative e terapeutiche.

Allo stato attuale, a Villasimius, il paese del Sarrabus che segna la linea di confine con la città metropolitana di Cagliari, secondo il dipartimento di prevenzione dell’azienda tutela della salute, sono stati accertati 18 casi di positività al covid 19, compresi i due ricoverati a Cagliari nell’ospedale Santissima Trinità.

Fonte: La Nuova Sardegna

- SARDA NEWS -

LEGGI TUTTE LE NOTIZIE DI OGGI
 


Sarda News non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità nei suoi contenuti originali. La responsabilità del contenuto degli articoli importati dai feed rss è totalmente a carico della reale fonte dell'informazione indicata al termine di ogni notizia.
Sardanews.it - portale web informativo, non gode di finanziamenti pubblici, non chiede registrazioni personali agli utenti, totalmente gratuito, autofinanziato e sostenuto dai banner pubblicitari che compaiono tra le notizie. Se vuoi sostenerci ti ringraziamo per la fiducia e ti invitiamo a disabilitare eventuali adblock attivi sul tuo browser. Per info e segnalazioni scrivi a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.