Obiettivo riaprire tutte le attività il 7 aprile

(ANSA) - MILANO, 28 MAR - E' partito da Milano oggi 'Io Apro tour', una serie di manifestazioni per chiedere la riapertura di tutte le attività dal 7 aprile, nuova iniziativa dopo quella di gennaio che aveva portato alla riapertura di diversi ristoranti, quando le norme anticovid non lo permettevano.

Il tour. toccherà fra l'altro Napoli, Bologna, Palermo e Roma il 6 aprile.

Si sono trovati con cartelli emblematici, un tricolore che forma una finestra con le persiane aperte e al centro, ma anche scritte che inneggiavano all'apertura di estetiste e parrucchieri, o annunci di morte della costituzione "La voglia di tutti è una - ha spiegato dal palco allestito vicino alla Galleria Momi Tito El Hawi, uno degli organizzatori -riaprire al più presto le attività, in sicurezza, come volete, perché altrimenti non si va più avanti perché così non si può andare avanti". "Ora stiamo pagando noi - hanno aggiunto - ma poi la ruota gira. Arriviamo a Roma e riprendiamoci quello che è nostro".

"Non è irresponsabilità è pura sopravvivenza" ha aggiunto Umberto Carriera, proprietario di sei ristoranti a Pesaro.

"A noi dicono riaprirete a maggio, ma chi ci arriva?" ha chiesto, fra gli applausi del centinaio di persone presenti, un altro degli organizzatori, Antonio Alfieri. (ANSA).

Fonte: La Nuova Sardegna

- SARDA NEWS -

LEGGI TUTTE LE NOTIZIE DI OGGI
 


Sarda News non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità nei suoi contenuti originali. *La responsabilità del contenuto degli articoli importati dai feed rss è totalmente a carico della reale fonte dell'informazione indicata al termine di ogni notizia.
Sardanews.it - portale web informativo, non gode di finanziamenti pubblici, non chiede registrazioni personali agli utenti, totalmente gratuito, autofinanziato e sostenuto dai banner pubblicitari che compaiono tra le notizie. Se vuoi sostenerci ti ringraziamo per la fiducia e ti invitiamo a disabilitare eventuali adblock attivi sul tuo browser. Per informazioni e segnalazioni scrivi al nostro indirizzo e-mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.