Questa opportunità vale l'80 per cento del fatturato

CAGLIARI. Con il cambio della mappa dei colori è chiuso per il servizio al tavolo più di un ristorante su 2 in zona rossa o arancione in Italia, ma sono 12 mila i locali che possono rimanere aperti la sera in Sardegna con il passaggio alla zona bianca. «La possibilità di apertura serale a cena è una vera svolta che - sottolinea la Coldiretti - vale l'80% del fatturato di ristoranti, pizzerie ed agriturismi duramente provati dallo smart working e dall'assenza di turisti oltre che dalla chiusure forzate».

In Sardegna il coprifuoco è stato spostato alle 23,30, la ristorazione è aperta fino alle 23 e bar, pub, caffetterie ed assimilabili fino alle 21. «Una situazione che con il caldo favorisce gli assembramenti nelle piazze, lungo le vie dello shopping, nel lungomare o davanti ai locali della ristorazione dove all'interno sono state adottate importanti misure di sicurezza, quali - conclude la Coldiretti - il distanziamento dei posti a sedere facilmente verificabile, il numero strettamente limitato e controllabile di accessi, la registrazione dei nominativi di ogni singolo cliente ammesso».

Con la riapertura di cinema, teatri e musei secondo Coldiretti sarebbe fondamentale consentire, esclusivamente ai ristoranti che si trovano nelle zone gialle e che dimostrano di rispettare i rigidi requisiti previsti, l'apertura serale fino all'orario di inizio coprifuoco. (Ansa).

Fonte: La Nuova Sardegna

- SARDA NEWS -

LEGGI TUTTE LE NOTIZIE DI OGGI
 


Sarda News non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità nei suoi contenuti originali. La responsabilità del contenuto degli articoli importati dai feed rss è totalmente a carico della reale fonte dell'informazione indicata al termine di ogni notizia.
Sardanews.it - portale web informativo, non gode di finanziamenti pubblici, non chiede registrazioni personali agli utenti, totalmente gratuito, autofinanziato e sostenuto dai banner pubblicitari che compaiono tra le notizie. Se vuoi sostenerci ti ringraziamo per la fiducia e ti invitiamo a disabilitare eventuali adblock attivi sul tuo browser. Per info e segnalazioni scrivi a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.