Cresce la curva epidemiologica del Covid in Italia. I contagi degli ultimi giorni hanno registrato numeri record e c’è attesa per il bollettino di oggi del ministero della Salute, che fotografa la situazione dei nuovi casi, dei morti e dei ricoveri. Intanto il governo è al lavoro sul fronte quarantena e isolamento, soprattutto per quanto riguarda i vaccinati.

Sfiorati i 100mila nuovi casi: sono 98.020. I morti sono 148. Ennesimo balzo dei ricoveri. In Lombardia 32mila contagi (5mila a Milano), quasi 10mila in Campania, Piemonte +9.671, Veneto +8.666, Toscana +7.304, Lazio +5.248, Emilia-Romagna +4.134, Umbria +3.171, Marche +1.707

E, mentre si cerca di trovare un argine anche alla corsa ai tamponi, il farmacologo Silvio Garattini invita il governo a intraprendere la strada dell’obbligo vaccinale. Intanto la Fiaso (la Federazione italiana aziende sanitarie e ospedaliere) sottolinea come dal 7 al 28 dicembre il numero dei pazienti Covid non vaccinati ricoverati è cresciuto del 46%, mentre l’aumento dei vaccinati si è fermato al 19%. Un trend confermato anche dai dati raccolti dalle centrali operative del 118, che tracciano un identikit dei malati Covid che chiamano l’ambulanza da casa: non vaccinati e con un’età compresa tra 35 e 60 anni, che sono non vaccinati e hanno un’età compresa tra 35 e 60 anni, i pazienti Covid che hanno già febbre alta, tosse forte e difficoltà respiratoria acuta.

- SARDA NEWS -

LEGGI TUTTE LE NOTIZIE DI OGGI
 

Leggi tutte le notizie del giorno in Sardegna

Leggi tutte le Offerte di Lavoro in Sardegna


Sarda News non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità nei suoi contenuti originali. *La responsabilità del contenuto degli articoli importati dai feed rss è totalmente a carico della reale fonte dell'informazione indicata al termine di ogni notizia.
Sardanews.it - portale web informativo, non gode di finanziamenti pubblici, non chiede registrazioni personali agli utenti, totalmente gratuito, autofinanziato e sostenuto dai banner pubblicitari che compaiono tra le notizie. Se vuoi sostenerci ti ringraziamo per la fiducia e ti invitiamo a disabilitare eventuali adblock attivi sul tuo browser. Per informazioni e segnalazioni scrivi al nostro indirizzo e-mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.