Troppi falsi negativi e positivi. Così i primi si sentono erroneamente al sicuro e i secondi vanno a vare inutilmente il tampone, caricando sul sistema sanitario. Così la Regione ha detto no al test sierologico nei laboratori privati. La comunicazione di Marcello Tidore, direttore generale dell’assessorato alla Sanità, è stata spedita il 30 maggio scorso a Federlab, Mednet e Sapmi le associazioni che radunano i laboratori di anali in Sardegna.Secondo la nota del dirigente i test sierologici basati su anticorpi IgM e IgG specifici per l’infezione da Covid “non possono essere utilizzati a scopo diagnostico”. Questo perché “il risultato ottenuto con test sierologici bastai sull’identificazione di anticorpi IgM e IgC per infezione da covid non è sufficientemente attendibile per una valutazione diagnostica a causa dell’elevato numero di falsi positivi e falsi negativi che possono generare, con conseguenze particolarmente gravi sulle misure di prevenzione e controllo dell’infezione da covid, come ribadito dal Ministero della salute il 9 maggio scorso”.Secondo Tidore il test negativo “non esclude la possibilità di un’infezione e in atto in fase precoce o asintomatica e il relativo rischio di contagiosità dell’individuo, generando quindi in colui che riceve tale esito false certezze circa il proprio stato di salute, mentre il test anticorpale positivo non è indicativo di una infezione in atto e necessita comunque dell’esecuzione del test molecolare, generando quindi un carico indotto non appropriato sul sistema pubblico deputato alla risposta emergenziale”.Insomma le i falsi negativi potrebbero sentirsi troppo sicuri e abbassare le difese, mentre i falsi positivi andrebbero a sovraccaricare inutilmente il sistema pubblico.“Pertanto”, conclude il documento, “la loro offerta a singoli cittadini o imprese da parte dei laboratori di analisi cliniche operanti nel territorio della regione Sardegna, generando gravi conseguenze sul sistema pubblico di risposta all’emergenza, non è autorizzata”.

- SARDA NEWS -

LEGGI TUTTE LE NOTIZIE DI OGGI
 


Sarda News non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità nei suoi contenuti originali. La responsabilità del contenuto degli articoli importati dai feed rss è totalmente a carico della reale fonte dell'informazione indicata al termine di ogni notizia.
Sardanews.it - portale web informativo, non gode di finanziamenti pubblici, non chiede registrazioni personali agli utenti, totalmente gratuito, autofinanziato e sostenuto dai banner pubblicitari che compaiono tra le notizie. Se vuoi sostenerci ti ringraziamo per la fiducia e ti invitiamo a disabilitare eventuali adblock attivi sul tuo browser. Per info e segnalazioni scrivi a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.