Su 21 tamponi 13 sono risultati positivi. E' in corso l'analisi per stabilire esattamente la variante

CAGLIARI. Sospetto focolaio di variante indiana a bordo di una petroliera attraccata di fronte a Sarroch, destinazione la raffineria Saras. Dell'equipaggio originario dell'India fanno parte 23 persone e su 21 tamponi analizzati dal laboratorio del Policlinico di Cagliari, 13 hanno dato esito di positività al Covid-19. Di questi, 11 sono asintomatici e 2 con sintomi (un paziente li presenta lievi, l'altro ha necessità di ricovero).

Ora si attende lesito del sequenziamento per stabilire la natura della variante che, secondo quanto apprende l'Ansa, è presumibilmente indiana. Il mercantile è arrivato ieri mattina per attraccare al pontile della Saras a Sarroch per operazioni di scarico e carico di greggio. Ma prima di attraccare, alla centrale operativa è arrivata subito la comunicazione della presenza a bordo di varie persone con sintomi Covid.

Da lì è scattata la procedura prevista in queste circostanze: la nave è rimasta in rada e a bordo sono saliti i medicici dell'Usmaf (Ufficio di sanità marittima, aerea e di frontiera) e dell'Ats per testare l'equipaggio. Ora, apprende l'Ansa da fonti dell'assessorato della Sanità, «tutto è sotto controllo e preso in carico, si valuta il da farsi». (Ansa).

Fonte: La Nuova Sardegna

- SARDA NEWS -

LEGGI TUTTE LE NOTIZIE DI OGGI
 


Sarda News non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità nei suoi contenuti originali. La responsabilità del contenuto degli articoli importati dai feed rss è totalmente a carico della reale fonte dell'informazione indicata al termine di ogni notizia.
Sardanews.it - portale web informativo, non gode di finanziamenti pubblici, non chiede registrazioni personali agli utenti, totalmente gratuito, autofinanziato e sostenuto dai banner pubblicitari che compaiono tra le notizie. Se vuoi sostenerci ti ringraziamo per la fiducia e ti invitiamo a disabilitare eventuali adblock attivi sul tuo browser. Per info e segnalazioni scrivi a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.