Denunciato il proprietario che ha sbarrato strada ad agenti
CAGLIARI. Urla, forti rumori e musica ad altissimo volume provenienti da un appartamento nel centro di Cagliari: questo quanto riferito al 113 da numerosi cittadini che, allarmati, proprio per la persistenza di quanto stavano udendo nel cuore della notte hanno chiesto aiuto alla polizia. Gli agenti delle Volanti, che si sono immediatamente diretti verso il luogo indicato dalla sala operativa della questura, via La Maddalena angolo viale Trieste, hanno avuto conferma di quanto segnalato a distanza di decine di metri prima del loro arrivo, da dove si potevano già sentire le urla e rimbombare la musica. Arrivati nel luogo preciso, i poliziotti si sono subito accorti che nel punto più alto del palazzo da dove provenivano i forti rumori, c'erano giovani che stazionavano pericolosamente lungo un parapetto, affacciandosi da un terrazzo. Raggiunto l'ingresso, il proprietario dell’appartamento ha subito impedito il controllo dei poliziotti, rifiutandosi di aprire la porta e ricoprendo gli agenti di pesanti insulti ed improperi. Il fatto che nessun tentativo di dialogo e mediazione abbia fatto desistere l’uomo, che continuava a barricarsi, dalla strenua resistenza, non ha fatto altro che aumentare nei poliziotti la preoccupazione e il dubbio che all’interno dell’appartamento qualcuno fosse in pericolo o che comunque si stesse consumando un qualche reato. Anche quando gli operatori sono riusciti ad aprire la porta, benché il chiavistello fosse ancora inserito, per cercare di capire meglio cosa stesse accadendo, il proprietario di casa, un 39enne cagliaritano, ha ulteriormente tentato di impedire l’accesso, serrando, con una spinta alla pesante porta d’ingresso, la mano e il polso di uno degli agenti che cerava di portarlo alla ragione, provocandogli delle lesioni. Anche quando sono finalmente entrati nell’appartamento, i poliziotti hanno avuto non poche difficoltà ad identificare gli occupanti, che subito hanno tentato di sfuggire al controllo, dileguandosi e cercando di nascondersi in ogni punto della casa e del terrazzo, qualcuno anche avventurandosi pericolosamente sul tetto privo di barriere di protezione. Quando infine tutti i presenti, di età compresa fra i 56 e i 28 anni, i quali erano in evidente stato di ebrezza alcoolica, sono stati con non poca fatica (in quanto hanno perseverato nel loro atteggiamento poco collaborativo) identificati, sono stati invitati ad interrompere i rumori molesti e a lasciare l’appartamento. Il 39enne proprietario di casa è stato denunciato per resistenza e lesioni a pubblico ufficiale. Il grave episodio è stato valutato anche sotto l’aspetto della violazione delle disposizioni finalizzate al contenimento della diffusione del Covid-19 e prrtanto, a tutte le 12 persone occupanti e assembrate all’interno dell’appartamento, sono state notificate le sanzioni amministrative previste per la violazione della normativa anti pandemica. (luciano onnis)

Fonte: La Nuova Sardegna

- SARDA NEWS -

LEGGI TUTTE LE NOTIZIE DI OGGI
 


Sarda News non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità nei suoi contenuti originali. La responsabilità del contenuto degli articoli importati dai feed rss è totalmente a carico della reale fonte dell'informazione indicata al termine di ogni notizia.
Sardanews.it - portale web informativo, non gode di finanziamenti pubblici, non chiede registrazioni personali agli utenti, totalmente gratuito, autofinanziato e sostenuto dai banner pubblicitari che compaiono tra le notizie. Se vuoi sostenerci ti ringraziamo per la fiducia e ti invitiamo a disabilitare eventuali adblock attivi sul tuo browser. Per info e segnalazioni scrivi a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.