Per i bar chiusura alle 21. Restano vietati gli assembramenti, c'è obbligo di mascherina anche all'aperto. Per palestre, piscine e musei si rinvia a un successivo provvedimento legato agli indicatori epidemiologici

CAGLIARI. Ristoranti aperti fino alle 23, bar e pub fino alle 21 e coprifuoco che slitta dalle 22 alle 23.30 fino alle 5 del mattino. Sono le misure principali in vigore da oggi 1 marzo fino al 15 marzo in Sardegna (escluse le zone interdette con ordinanze dei sindaci), prima Regione d'Italia passata in zona bianca, e previste nell'ordinanza adottata in tarda serata ieri 28 febbraio dal governatore Christian Solinas. Resta vietato stazionare in piazze, lungomare e belvedere come annunciato poche ore fa dallo stesso presidente della Regione.

Con successive ordinanze, quindi dalla settimana prossima - e in relazione all'andamento degli indicatori epidemiologici valutati dopo queste riaperture d'intesa con il tavolo composto da ministero, Iss e Regione - potranno essere riaperti anche palestre, centri commerciali nei weekend, musei e luoghi della cultura.

Restano in piedi tutte le prescrizioni per far fronte all'emergenza Covid-19, e cioè il divieto di qualsiasi forma di assembramento e l'obbligo di indossare le mascherine anche all'aperto.

Fonte: La Nuova Sardegna

- SARDA NEWS -

LEGGI TUTTE LE NOTIZIE DI OGGI
 


Sarda News non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità nei suoi contenuti originali. La responsabilità del contenuto degli articoli importati dai feed rss è totalmente a carico della reale fonte dell'informazione indicata al termine di ogni notizia.
Sardanews.it - portale web informativo, non gode di finanziamenti pubblici, non chiede registrazioni personali agli utenti, totalmente gratuito, autofinanziato e sostenuto dai banner pubblicitari che compaiono tra le notizie. Se vuoi sostenerci ti ringraziamo per la fiducia e ti invitiamo a disabilitare eventuali adblock attivi sul tuo browser. Per info e segnalazioni scrivi a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.