Individuate le aree dove, da domani 7 marzo, sottoporre a tampone rapido chi si presenta senza un test eseguito nelle 48 ore precedenti. Ingresso libero per chi è vaccinato

SASSARI. Sarà una domenica di lavoro per gli addetti di porti e aeroporti della Sardegna: domani 8 marzo entra in vigore l'ordinanza del presidente della Regione che dispone i controlli sanitari sulle persone in arrivo e quindi è necessario prepararsi.

Rispetto all'ordinanza dell'estate scorsa il clima è completamente diverso: negli scali sardi ci si sta adeguando alle nuove regole e lunedì si dovrebbe essere in grado di far partire il sistema. A Cagliari Elmas, a Olbia e a Alghero sono state individuate le aree dove sottoporre a tampone i passeggeri che arrivano nell'isola senza un test eseguito nelle ultime 48 ore o senza vaccinazione. Lavoro frenetico anche nei porti: ieri sera 6 marzo, nella stazione marittima di Olbia, sono arrivate i primi kit per i test rapidi che saranno eseguiti sui passeggeri in arrivo da domani mattina.

«La Sardegna, prima e attualmente unica regione a essere stata classificata in zona bianca, ha il diritto di tornare alla normalità attraverso un percorso graduale che difenda gli importanti risultati raggiunti con grande sacrificio - dice il governatore, Christian Solinas -. Il virus è ancora una minaccia e servirà mantenere tutte le precauzioni possibili per uscire dall'emergenza nei tempi più brevi»

.La "Sardegna zona bianca" potrebbe essere un prodotto appetibile sul mercato delle vacanze ed è per questo che, dopo qualche perplessità, anche Federalberghi ora ha una posizione favorevole ai controlli sugli arrivi: «Chi si sposta oggi tra le Regioni lo fa secondo le prescrizioni dell'ultimo Dpcm e quindi non certo per farsi le vacanze - spiega il presidente regionale degli albergatori Paolo Manca - la Pasqua è saltata per il divieto di trasferimento tra i diversi territori e quindi la decisione sui tamponi obbligatori in ingresso in Sardegna sono inifluenti sul fronte dei flussi turistici. Piuttosto - aggiunge - considerata la risalita dei contagi in tutta Italia, auspichiamo che queste prescrizioni possano servire alla Sardegna per restare in fascia bianca, anche in vista della prossima stagione turistica». E domani alle 12, nella sala convegni dell'aeroporto di Cagliari-Elmas tutte le organizzazioni della filiera del turismo sono state chiamate ad un incontro urgente con il presidente della Regione Solinas e l'assessore regionale del Turismo Gianni Chessa.

Fonte: La Nuova Sardegna

- SARDA NEWS -

LEGGI TUTTE LE NOTIZIE DI OGGI
 


Sarda News non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità nei suoi contenuti originali. La responsabilità del contenuto degli articoli importati dai feed rss è totalmente a carico della reale fonte dell'informazione indicata al termine di ogni notizia.
Sardanews.it - portale web informativo, non gode di finanziamenti pubblici, non chiede registrazioni personali agli utenti, totalmente gratuito, autofinanziato e sostenuto dai banner pubblicitari che compaiono tra le notizie. Se vuoi sostenerci ti ringraziamo per la fiducia e ti invitiamo a disabilitare eventuali adblock attivi sul tuo browser. Per info e segnalazioni scrivi a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.