E' saltato il tracciamento per mancanza di personale e il provvedimento aiuta a non diffondere il virus nei paesi vicini

CARBONIA. Segnalazione dell'Ats su casi di Covid e necessità di un accurato monitoraggio per capire di che varianti si tratta. E i sindaci di Carbonia e Iglesias, Paola Massidda e Mauro Usai, chiudono le scuole per due settimane. L'ordinanza a Carbonia è già stata firmata. E ora è pronta anche Iglesias. Lo hanno comunicato gli stessi primi cittadini nel corso di una diretta congiunta su YouTube. Lo richiesta di stop precauzionale è estesa ai luoghi dove si svolgono attività ludico sportive e riguarda anche i trasporti pubblici. Durata: quattordici giorni. Il motivo, spiega Paola Massidda, «è legato alla impossibilità di poter tracciare i contagi a causa del numero limitato di operatori presenti nel territorio».

«Una situazione disastrosa - conferma il sindaco di Iglesias Usai- si torna indietro di un anno. Noi siamo già intervenuti con la chiusura di alcune scuole, ma ci è stato comunicato che non è stato possibile tracciare i contatti. Io ringrazio gli operatori sanitari che stanno lavorando, si tratta però di solo cinque persone che devono gestire i numeri di un territorio di 150mila abitanti».

La chiusura delle scuole, sottolineano i due primi cittadini, serve a garantire che il virus non si diffonda nei comuni limitrofi visto che ogni giorno centinaia di studenti pendolari frequentano le scuole di Iglesias e Carbonia. «Sentiremo subito i dirigenti scolastici per fare il punto della situazione», annuncia Usai. (Ansa).

Fonte: La Nuova Sardegna

- SARDA NEWS -

LEGGI TUTTE LE NOTIZIE DI OGGI
 

Leggi tutte le notizie del giorno in Sardegna

Leggi tutte le Offerte di Lavoro in Sardegna


Sarda News non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità nei suoi contenuti originali. *La responsabilità del contenuto degli articoli importati dai feed rss è totalmente a carico della reale fonte dell'informazione indicata al termine di ogni notizia.
Sardanews.it - portale web informativo, non gode di finanziamenti pubblici, non chiede registrazioni personali agli utenti, totalmente gratuito, autofinanziato e sostenuto dai banner pubblicitari che compaiono tra le notizie. Se vuoi sostenerci ti ringraziamo per la fiducia e ti invitiamo a disabilitare eventuali adblock attivi sul tuo browser. Per informazioni e segnalazioni scrivi al nostro indirizzo e-mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.