Nella giornata di oggi 30 marzo dichiarato zona rossa anche il comune di Soleminis

SASSARI. Salgono a 11 i Comuni sardi in lockdown. Oggi 30 marzo, dopo Soleminis, anche il sindaco di Bultei ha firmato un'ordinanza, della durata di una settimana, che istituisce le misure restrittive previste nelle zone rosse.

«La situazione attuale legata alla diffusione del virus all'interno della nostra Comunità non mi lascia alternativa - scrive il sindaco Daniele Arca su Facebook - i casi di positività si susseguono, le persone in isolamento aumentano, pertanto, sentite le istituzioni, la giunta, i consiglieri comunali e i vertici del servizio di igiene pubblica, ho emesso un ordinanza per l'istituzione della "zona rossa" sul nostro territorio comunale a partire dalle 19 di oggi e fino a martedì 6 aprile compreso. Riteniamo sia la scelta più opportuna affinché si possa intervenire con ogni mezzo a nostra disposizione per tutelare la popolazione da questa invisibile invasione, che colpisce e preoccupa la nostra Comunità, ora più che mai. Non é una decisione facile, né tantomeno indolore - conclude il sindaco di Bultei - ma risulta estremamente necessario ed urgente mettere in campo azioni più incisive a protezione della cittadinanza, specie quella più fragile».

Sono già in lockdown Burcei, Villa San Pietro, Sarroch, Samugheo, Sindia, Golfo Aranci, Bono, Uri e Pozzomaggiore.

Fonte: La Nuova Sardegna

- SARDA NEWS -

LEGGI TUTTE LE NOTIZIE DI OGGI
 

Leggi tutte le notizie del giorno in Sardegna

Leggi tutte le Offerte di Lavoro in Sardegna


Sarda News non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità nei suoi contenuti originali. *La responsabilità del contenuto degli articoli importati dai feed rss è totalmente a carico della reale fonte dell'informazione indicata al termine di ogni notizia.
Sardanews.it - portale web informativo, non gode di finanziamenti pubblici, non chiede registrazioni personali agli utenti, totalmente gratuito, autofinanziato e sostenuto dai banner pubblicitari che compaiono tra le notizie. Se vuoi sostenerci ti ringraziamo per la fiducia e ti invitiamo a disabilitare eventuali adblock attivi sul tuo browser. Per informazioni e segnalazioni scrivi al nostro indirizzo e-mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.