Incontro con Comuni Anconetano dove c'è incremento contagi

(ANSA) - ANCONA, 12 FEB - "Anche la prossima settimana le Marche saranno in zona gialla. Raccomando di continuare a prestare la massima attenzione, in particolare nelle zone dove il contagio sembra riprendere". Così il presidente della Regione Marche Francesco Acquaroli su facebook. Il riferimento è ai Comuni della provincia di Ancona, dove si registra una maggiore incidenza di casi positivi in controtendenza rispetto alle altre province marchigiane. Acquaroli ha partecipato stamane ad una riunione in videoconferenza con l'assessore e alla Sanità Filippo Saltamartini e alla dirigente del Servizio Sanità Lucia Di Furia con le principali città coinvolte: Ancona, Jesi, Falconara, Osimo, Senigallia, Fabriano, Loreto, Sassoferrato, Castelfidardo, Camerano, Castelplanio, Chiaravalle, Montemarciano e Sirolo, insieme alla Prefettura di Ancona.

Rilevata la presenza della variante inglese, in un numero limitato di casi, quindi di difficile associazione rispetto all'incremento. Si è deciso di attendere le prossime 48 ore "per poter avere una visione precisa e completa dei dati dell'intera settimana" che saranno inviati e valutati assieme al Ministero e all'Istituto Superiore di Sanità per una lettura più approfondita per concertare "l'eventuale e concreta necessità di adottare misure più restrittive a tutela della popolazione".

(ANSA).

Fonte: La Nuova Sardegna

- SARDA NEWS -

LEGGI TUTTE LE NOTIZIE DI OGGI
 


Sarda News non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità nei suoi contenuti originali. La responsabilità del contenuto degli articoli importati dai feed rss è totalmente a carico della reale fonte dell'informazione indicata al termine di ogni notizia.
Sardanews.it - portale web informativo, non gode di finanziamenti pubblici, non chiede registrazioni personali agli utenti, totalmente gratuito, autofinanziato e sostenuto dai banner pubblicitari che compaiono tra le notizie. Se vuoi sostenerci ti ringraziamo per la fiducia e ti invitiamo a disabilitare eventuali adblock attivi sul tuo browser. Per info e segnalazioni scrivi a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.