Un giudizio positivo, con la pronuncia di regolarità e l'approvazione, ma con alcune osservazioni, critiche e sollecitazioni alla Regione. In particolare sulla mancata spesa delle risorse, sul ritardo nel varo della manovra di bilancio e il conseguente ricorso all'esercizio provvisorio, sull'indebitamento fuori bilancio senza impegni di spesa precedentemente assunti, e sulla sanità.

Sono i punti principali emersi dall'udienza pubblica per il giudizio sul rendiconto generale della Regione Sardegna per il 2021 della Corte dei Conti, questa mattina a Cagliari, introdotta dal presidente Guido Carlino. A rappresentare la Giunta l'assessore della Programmazione Giuseppe Fasolino, per il Consiglio regionale il presidente Michele Pais, assente il governatore Christian Solinas, a Roma per una Conferenza delle Regioni straordinaria con il ministro Calderoli.

L'indicatore più significativo arriva dal risultato di amministrazione che ammonta a circa 78,3 milioni, è la prima volta nella storia della autonomia sarda. "Si prende atto positivamente che la Regione Sardegna, in passato costantemente in disavanzo, chiude l'esercizio con un risultato finale in avanzo - ha evidenziato la relatrice Cristina Ragucci -. Il saldo della gestione di cassa è pari a circa 2,3 miliardi di euro, di gran lunga superiore a quello del 2020 che era di circa 1,4 miliardi".

La Corte "osserva, però, che l'elevata entità del fondo cassa e il suo incremento che si ripete negli anni, impone una riflessione sull'importanza di un'efficace programmazione e pianificazione delle risorse da erogare nel corso dell'anno". Una sollecitazione urgente anche in vista delle "ingenti risorse provenienti dal Pnrr e dei tempi ristretti imposti per il loro impiego".

L'indebitamento registra un incremento, circa 4 milioni di euro, e vede ulteriormente allungare la sua durata media che passa da 12,5 anni del 17 ai 22,38 anni nel 2021. È l'altro appunto della Corte dei conti: "Anche quest'anno si ribadisce la necessità che la Regione ponga particolare attenzione all'aumento dell'esposizione debitoria". Nella sua replica l'assessore Fasolino ha sottolineato la straordinarietà del momento storico e il risultato dell'avanzo, ma ha espresso il suo rammarico per i ritardi nell'approvazione della Finanziaria: "Spero di avere l'opportunità di rimanere in Giunta e approvare la manovra nell'anno corrente".

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Fonte: Ansa Sardegna

- SARDA NEWS -

LEGGI TUTTE LE NOTIZIE DI OGGI
 

Leggi tutte le notizie del giorno in Sardegna

Leggi tutte le Offerte di Lavoro in Sardegna


Sarda News non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità nei suoi contenuti originali. *La responsabilità del contenuto degli articoli importati dai feed rss è totalmente a carico della reale fonte dell'informazione indicata al termine di ogni notizia.
Sardanews.it - portale web informativo, non gode di finanziamenti pubblici, non chiede registrazioni personali agli utenti, totalmente gratuito, autofinanziato e sostenuto dai banner pubblicitari che compaiono tra le notizie. Se vuoi sostenerci ti ringraziamo per la fiducia e ti invitiamo a disabilitare eventuali adblock attivi sul tuo browser. Per informazioni e segnalazioni scrivi al nostro indirizzo e-mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.