Corso di specializzazione partito in ritardo, niente borse di studio
Materie sanitarie, Desirè Manca (M5S) chiede all’assessore Nieddu di rimediare dopo quasi 4 anni

I laureati in materie sanitarie immatricolati nell’anno accademico 2015/2016 sono stati “privati ingiustamente della borsa di studio regionale, perché il corso di specializzazione era iniziato in ritardo rispetto al termine previsto. È una storia assurda e purtroppo dimenticata”, quella che la consigliera regionale Desirè Manca (M5S) ricorda all’assessore alla Sanità, Mario Nieddu.

Gli studenti “per un inspiegabile cavillo burocratico hanno dovuto rinunciare ad un sostegno economico da parte della Regione, mai erogato per tutta la durata del corso, con grandi sacrifici”, scrive Manca in un’interrogazione: sarebbe “necessario e urgente porre rimedio all’ingiustificata disparità di trattamento ai danni di questi laureati”.

“La situazione è assolutamente inaccettabile”, fa notare la consigliera all’assessore, perché “questi studenti, pur prestando regolarmente il loro servizio al pari degli altri colleghi anche in ruoli chiave nei laboratori di analisi per la gestione dell’emergenza epidemiologica da Covid-19, non percepiscono alcun beneficio economico”.

“Chiedo pertanto all’assessore di Nieddu di individuare quanto prima le risorse da destinare alle borse di studio regionali per i laureati non medici immatricolati nelle scuole di specializzazione nell’anno accademico 2015/2016, sanando un vulnus che perdura, ormai, da quasi quattro anni”.

Martedì, 24 novembre 2020

L'articolo Corso di specializzazione partito in ritardo, niente borse di studio sembra essere il primo su LinkOristano.it.

Fonte: Link Oristano

- SARDA NEWS -

LEGGI TUTTE LE NOTIZIE DI OGGI
 


Sarda News non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità nei suoi contenuti originali. La responsabilità del contenuto degli articoli importati dai feed rss è totalmente a carico della reale fonte dell'informazione indicata al termine di ogni notizia.
Sardanews.it - portale web informativo, non gode di finanziamenti pubblici, non chiede registrazioni personali agli utenti, totalmente gratuito, autofinanziato e sostenuto dai banner pubblicitari che compaiono tra le notizie. Se vuoi sostenerci ti ringraziamo per la fiducia e ti invitiamo a disabilitare eventuali adblock attivi sul tuo browser. Per info e segnalazioni scrivi a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.