Corsa degli scalzi? Niente mascherine e niente furgone per il santo
Is Curridoris: “La processione si farà solo se potremo rispettare la tradizione”

Foto di Claudia Sedda

Fumata grigia: la corsa degli scalzi è ancora in forse. Ieri sera i membri dell’associazione Is Curridoris si sono ritrovati a Cabras per verificare se ci fossero le condizioni per organizzare la tradizionale processione in onore di San Salvatore. Qualche giorno fa alcuni rappresentanti degli scalzi avevano partecipato a un vertice con il prefetto Gennaro Capo, il sindaco Andrea Abis e il parroco don Bruno Zucca.

Il sindaco era sembrato fiducioso, gli scalzi lo sono meno. “Ha prevalso la linea della tradizione, non vogliamo stravolgere la corsa”, dice Gianni Mancosu de Is Curridoris. Gli scalzi sono contrari a snaturare lo storico evento estivo. Niente mascherine. E niente processione con la statua di San Salvatore a bordo di un furgoncino: questa la linea dell’associazione.

“La natura della corsa è ben chiara. Se le autorità ci daranno le autorizzazioni, la faremo. Altrimenti l’appuntamento con la corsa degli scalzi sarà rimandato al 2021”, continua Mancosu.

È stata bocciata anche l’idea di imporre un tetto massimo di partecipanti, per evitare assembramenti: “Abbiamo valutato attentamente questa ipotesi. Non è una strada percorribile”, conclude il portavoce dell’associazione.

Venerdì, 7 agosto 2020

L'articolo Corsa degli scalzi? Niente mascherine e niente furgone per il santo sembra essere il primo su LinkOristano.it.

Fonte: Link Oristano

- SARDA NEWS -

LEGGI TUTTE LE NOTIZIE DI OGGI
 


Sarda News non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità nei suoi contenuti originali. La responsabilità del contenuto degli articoli importati dai feed rss è totalmente a carico della reale fonte dell'informazione indicata al termine di ogni notizia.
Sardanews.it - portale web informativo, non gode di finanziamenti pubblici, non chiede registrazioni personali agli utenti, totalmente gratuito, autofinanziato e sostenuto dai banner pubblicitari che compaiono tra le notizie. Se vuoi sostenerci ti ringraziamo per la fiducia e ti invitiamo a disabilitare eventuali adblock attivi sul tuo browser. Per info e segnalazioni scrivi a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.