Coronavirus: un ricovero da Uras, nuovo contagiato a Terralba
I due casi sono stati annunciati dai sindaci

A Uras è stato accertato un nuovo caso di positività al coronavirus: necessario il ricovero in ospedale (non è chiaro per il momento se a Oristano o a Cagliari) ma non in terapia intensiva.

Informata dall’Ats, ne ha dato notizia l’amministrazione comunale. Non risulta che quest’ultimo caso sia collegato ai precedenti. Al momento i cittadini di Uras positivi al coronavirus sono sei.

“Invito la popolazione a rispettare le prescrizioni anticontagio per evitare la diffusione del coronavirus”, ha detto la sindaca Anna Maria Dore. “In questo momento dobbiamo essere ancora più cauti. Per questo chiedo ai miei compaesani, soprattutto agli anziani, di evitare i contatti non necessari”.

Dopo i tre casi di coronavirus accertati martedì, anche a Terralba è stata confermata una nuova positività, nella serata di ieri. A dare la notizia è stato il sindaco Sandro Pili.

Il nuovo caso non è collegato con quelli dei giorni scorsi.

In totale sono 15 i residenti attualmente positivi al coronavirus nella cittadina dell’Oristanese. Tutti sono in isolamento obbligatorio.

Giovedì, 22 ottobre 2020

L'articolo Coronavirus: un ricovero da Uras, nuovo contagiato a Terralba sembra essere il primo su LinkOristano.it.

Fonte: Link Oristano

- SARDA NEWS -

LEGGI TUTTE LE NOTIZIE DI OGGI
 


Sarda News non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità nei suoi contenuti originali. La responsabilità del contenuto degli articoli importati dai feed rss è totalmente a carico della reale fonte dell'informazione indicata al termine di ogni notizia.
Sardanews.it - portale web informativo, non gode di finanziamenti pubblici, non chiede registrazioni personali agli utenti, totalmente gratuito, autofinanziato e sostenuto dai banner pubblicitari che compaiono tra le notizie. Se vuoi sostenerci ti ringraziamo per la fiducia e ti invitiamo a disabilitare eventuali adblock attivi sul tuo browser. Per info e segnalazioni scrivi a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.