Coronavirus, tre nuovi contagi a Santu Lussurgiu. Tamponi nelle scuole
Nove i positivi nel centro del Montiferru

Santu Lussurgiu

Ancora tre contagi a Santu Lussurgiu. Nel paese il numero dei positivi al coronavirus è salito a nove. Informato dall’Assl, ne ha dato notizia il sindaco Diego Loi.

Di queste positività, tre riguardano l’Istituto comprensivo. Per questo motivo nei giorni scorsi l’Assl aveva disposto la quarantena per due classi della scuola primaria. Inoltre, tra domani e venerdì gli alunni, i docenti e il personale Ata delle elementari e della scuola secondaria di primo grado si sottoporranno ai tamponi molecolari. Si tratta di uno screening su base volontaria a cura del Servizio di Igiene e Sanità Pubblica dell’Assl di Oristano.

Fino a sabato tutte le classi della primaria e la prima media seguiranno le lezioni da casa. “Ci auguriamo di avere gli esiti dei tamponi già sabato”, ha spiegato Loi, “aspettiamo di avere il quadro completo per riprendere l’attività in presenza in sicurezza”.  Salvo nuove disposizioni, le scuole riapriranno lunedì 26 aprile.

Mercoledì, 21 aprile 2021

L'articolo Coronavirus, tre nuovi contagi a Santu Lussurgiu. Tamponi nelle scuole sembra essere il primo su LinkOristano.it.

Fonte: Link Oristano

- SARDA NEWS -

LEGGI TUTTE LE NOTIZIE DI OGGI
 


Sarda News non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità nei suoi contenuti originali. *La responsabilità del contenuto degli articoli importati dai feed rss è totalmente a carico della reale fonte dell'informazione indicata al termine di ogni notizia.
Sardanews.it - portale web informativo, non gode di finanziamenti pubblici, non chiede registrazioni personali agli utenti, totalmente gratuito, autofinanziato e sostenuto dai banner pubblicitari che compaiono tra le notizie. Se vuoi sostenerci ti ringraziamo per la fiducia e ti invitiamo a disabilitare eventuali adblock attivi sul tuo browser. Per informazioni e segnalazioni scrivi al nostro indirizzo e-mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.