Coronavirus, Sardegna in zona gialla? Più probabile la conferma dell’arancione
Anticipazioni dal ministero

La Sardegna si appresta a trascorrere la seconda settimana di fila in zona arancione. È quanto riferiscono all’agenzia Ansa fonti vicine al ministro della Salute, Roberto Speranza.

Niente zona gialla, dunque, nonostante i dati nell’Isola, come anche la Fondazione Gimbe oggi, siano in netto miglioramento. In particolare, nell’ultima settimana quelli sulla diminuzione di casi del 32,9%. Si tratta, infatti, del calo maggiore in Italia rispetto alla settimana precedente. Bene anche la saturazione dei posti letto in area medica e intensiva: entrambi registrano un calo del 22%. I valore dei casi positivi per 100mila abitanti scende a 1.020.

Proprio alla luce dei buoni risultati, due giorni fa, in commissione Salute della Conferenza delle Regioni, l’assessore della Sanità della Sardegna, Mario Nieddu, aveva proposto la revisione del sistema di classificazione a zone, in considerazione del fatto che la Sardegna da tre settimane avesse “numeri da zona gialla”. La proposta, all’ordine del giorno in Conferenza delle Regioni, ha incontrato il favore degli altri governatori, ma non sarà sufficiente per passare in giallo dal prossimo lunedì, considerato che le ordinanze di Speranza hanno validità per 14 giorni.

Solo domani arriverà il responso della cabina regia.

Giovedì, 6 maggio 2021

L'articolo Coronavirus, Sardegna in zona gialla? Più probabile la conferma dell’arancione sembra essere il primo su LinkOristano.it.

Fonte: Link Oristano

- SARDA NEWS -

LEGGI TUTTE LE NOTIZIE DI OGGI
 

Leggi tutte le notizie del giorno in Sardegna

Leggi tutte le Offerte di Lavoro in Sardegna


Sarda News non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità nei suoi contenuti originali. *La responsabilità del contenuto degli articoli importati dai feed rss è totalmente a carico della reale fonte dell'informazione indicata al termine di ogni notizia.
Sardanews.it - portale web informativo, non gode di finanziamenti pubblici, non chiede registrazioni personali agli utenti, totalmente gratuito, autofinanziato e sostenuto dai banner pubblicitari che compaiono tra le notizie. Se vuoi sostenerci ti ringraziamo per la fiducia e ti invitiamo a disabilitare eventuali adblock attivi sul tuo browser. Per informazioni e segnalazioni scrivi al nostro indirizzo e-mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.