L’arrivo mdel vaccino J&J andrà ad aggiungersi alle annunciate fiale Pfizer, 400mila, a quelle Moderna, 125mila, e AstraZeneca, 143mila. Tirate le somme, nel secondo trimestre i vaccini a disposizione dovrebbero 768mila, oltre 256mila al mese

SASSARI. La maglia nera nazionale continua a pesare come un macigno. Essere l’ultima regione per vaccini somministrati, è così da settimane, purtroppo continua a fare a cazzotti con un altro primato, questo sì da applausi. La Sardegna, si sa, è l’unica zona bianca in un’Italia rosso-arancio almeno fino a Pasqua. È una contraddizione, anche se i due primati hanno storie molto diverse, e su cui anche il generale Francesco Paolo Figliuolo, neo commissario straordinario per l’emergenza Covid, avrebbe sollecitato più di un chiarimento. Soprattutto perché con la nuova campagna vaccinale, ridisegnata proprio dal comandante logistico dell’Esercito, non sarà più ammesso che uno o più regioni siano in ritardo. C’è dell’altro: a metà aprile l’americana Johnson&Johnson dovrebbe consegnare le prime monodosi del vaccino Janssen e, in quel preciso momento, «non potranno esserci più falle nella rete delle somministrazioni», ha ribadito il generale Figliuolo.

Articolo completo e altri servizi nel giornale in edicola e nella sua versione digitale

Fonte: La Nuova Sardegna

- SARDA NEWS -

LEGGI TUTTE LE NOTIZIE DI OGGI
 


Sarda News non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità nei suoi contenuti originali. La responsabilità del contenuto degli articoli importati dai feed rss è totalmente a carico della reale fonte dell'informazione indicata al termine di ogni notizia.
Sardanews.it - portale web informativo, non gode di finanziamenti pubblici, non chiede registrazioni personali agli utenti, totalmente gratuito, autofinanziato e sostenuto dai banner pubblicitari che compaiono tra le notizie. Se vuoi sostenerci ti ringraziamo per la fiducia e ti invitiamo a disabilitare eventuali adblock attivi sul tuo browser. Per info e segnalazioni scrivi a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.