Segna un incremento dei contagi e dei morti il bollettino di oggi del ministero della Salute sull’andamento dell’epidemia di Coronavirus in Italia. I numeri delle ultime settimane purtroppo lasciano pochi dubbi: le varianti Covid del virus – quella inglese in modo particolare – si stanno diffondendo in maniera rapidissima facendo risalire la curva dei contagi. Lo testimonia anche il fatto che la mappa colorata dell’Italia cambia in peggio le sue sfumature cromatiche.

Sono 17.083 i nuovi casi di Coronavirus registrati in Italia nelle ultime 24 ore (ieri i positivi erano stati 13.114, qui il bollettino completo). Sono stati però effettuati 335.983 tamponi (molecolari e antigenici), mentre ieri i test erano stati appena 170.633. Il tasso di positività odierno è di quasi il 5,1% in calo  rispetto al 7,6% di ieri. Cresce il numero dei morti: 343 (ieri erano 246) per un totale di 98.288. In aumento i ricoveri nelle terapie intensive con +38 (ieri +58), con 222 ingressi del giorno, per un totale di 2.327. I ricoveri ordinari aumentano di 458 unità (ieri 474), per un totale di 19.570. Rispetto al 20 febbraio scorso il numero dei ricoverati è di quasi 2mila unità in più, sono invece quasi 300 unità in più in terapie intensive rispetto al 17 febbraio. Gli attualmente positivi sono 430.996 (+6.663 rispetto a ieri), i guariti e dimessi 2.426.150 (+10.057). In isolamento domiciliare sono 409.099 persone. La regione con il maggior numero di casi è la Lombardia (3.762), seguita da Campania (2.046) ed Emilia-Romagna (2.040). Continua a leggere su Q.net

- SARDA NEWS -

LEGGI TUTTE LE NOTIZIE DI OGGI
 


Sarda News non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità nei suoi contenuti originali. *La responsabilità del contenuto degli articoli importati dai feed rss è totalmente a carico della reale fonte dell'informazione indicata al termine di ogni notizia.
Sardanews.it - portale web informativo, non gode di finanziamenti pubblici, non chiede registrazioni personali agli utenti, totalmente gratuito, autofinanziato e sostenuto dai banner pubblicitari che compaiono tra le notizie. Se vuoi sostenerci ti ringraziamo per la fiducia e ti invitiamo a disabilitare eventuali adblock attivi sul tuo browser. Per informazioni e segnalazioni scrivi al nostro indirizzo e-mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.