Covid, un nuovo caso a Sestu. L’annuncio della sindaca Paola Secci nel proprio profilo Facebook. “Sono trascorsi più di 2 mesi dalla lieta notizia comunicatami dall’ATS, e prontamente condivisa con voi, sulla guarigione di tutti i nostri concittadini che avevano contratto il Coronavirus”, ha scritto la Secci, “un traguardo importante che sapevamo non sarebbe stato facile mantenere con il riavvio di tutte le attività”.
Purtroppo invece oggi vi devo comunicare che il virus si è di nuovo manifestato nel nostro Comune. Un nostro concittadino è risultato positivo al Covid-19, sta bene e si trova in isolamento domiciliare. La situazione è comunque sotto controllo e le autorità sanitarie si sono occupate, come da protocollo, di avvertire sia i familiari che tutte le persone entrate in contatto con questa persona. Questi contagi devono servirci da monito. La pandemia non è finita e bisogna continuare a osservare tutte le misure anti-contagio prescritte, in particolare il distanziamento sociale e l’utilizzo della mascherina negli spazi al chiuso.
Siamo stati bravi nel limitare i contagi anche nel periodo critico e sono sicura che continueremo, con grande senso di responsabilità e consapevolezza, a contrastare il virus per il nostro bene e di tutta la comunità
Forza e coraggio Sestu”.

- SARDA NEWS -

LEGGI TUTTE LE NOTIZIE DI OGGI
 


Sarda News non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità nei suoi contenuti originali. La responsabilità del contenuto degli articoli importati dai feed rss è totalmente a carico della reale fonte dell'informazione indicata al termine di ogni notizia.
Sardanews.it - portale web informativo, non gode di finanziamenti pubblici, non chiede registrazioni personali agli utenti, totalmente gratuito, autofinanziato e sostenuto dai banner pubblicitari che compaiono tra le notizie. Se vuoi sostenerci ti ringraziamo per la fiducia e ti invitiamo a disabilitare eventuali adblock attivi sul tuo browser. Per info e segnalazioni scrivi a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.