Nuova impennata di contagi da coronavirus in Sardegna e in provincia di Oristano. Nell’ultimo aggiornamento dell’Unità di crisi regionale si registrano nell’isola 139 nuovi casi, 104 rilevati attraverso attività di screening e 35 da sospetto diagnostico. Si registra il decesso di una donna di 93 anni, ricoverata a Cagliari. Le vittime sono in tutto 149.

Sul territorio, dei 3.730 casi positivi complessivamente accertati, 581 (+10) sono stati rilevati nella Città Metropolitana di Cagliari, 384 (+30) nel Sud Sardegna, 301 (+29) a Oristano, 454 (+33) a Nuoro, 2.010 (+37) a Sassari.

In totale sono stati eseguiti 184.449 tamponi, con un incremento di 2.485 test rispetto all’ultimo aggiornamento. Sono invece 110 i pazienti attualmente ricoverati in ospedale in reparti non intensivi (+1 rispetto al dato di ieri), mentre resta invariato il numero dei pazienti (18) in terapia intensiva.

Le persone in isolamento domiciliare sono 1.836. Il dato progressivo dei casi positivi comprende 1.610 (+10) pazienti guariti, più altri 7 guariti clinicamente.

A quanto si è appreso nelle ultime ore nuovi contagi vengono registrati a Solarussa (2) e a Marrubiu (1). Non si sa se questi casi siano o meno compresi nel bollettino dell’Unità di crisi di oggi.

“Purtroppo notizie non buone dall’Ats”, ha scritto il sindaco di Marrubiu Andrea Santucciu. “A fronte di alcuni nostri compaesani che si stanno negativizzando, collegato a questi, e quindi già in quarantena fiduciaria, vi è un nostro concittadino che è risultato positivo al COVID19. Quindi il nostro conteggio dei positivi risale a 14, in attesa di annunciare le guarigioni che sto aspettando vi confesso con una grande ansia! Al nostro compaesano, a coloro che sono in attesa di diventare negativi, a coloro che sono ancora in quarantena fiduciaria va il mio forte abbraccio e quello di tutta Marrubiu! A me e agli altri Marrubiesi va invece l’invito a non abbassare la guardia, a tenere alta la stessa e l’attenzione e a seguire pedissequamente le prescrizioni che ho già elencato tante volte e che oramai conosciamo a menadito! Mettete la mascherina e scaricate IMMUNI, lavate spessp le mani e igienizzatele, distanziamento fisico di un metro! Forza Marrubiu, ce la dobbiamo fare!”.

“Purtroppo a Solarussa i casi di positività salgono a tre”, ha riferito, invece, il sindaco di Solarussa Mario Tendas. “Purtroppo oggi sono stato contattato da due concittadini facenti parte dello stesso nucleo familiare (che ringrazio per la cortese sensibilità e la prontezza nel coinvolgermi ) che, loro malgrado, mi hanno detto di essere risultati positivi al CoVID -19”.
“Ho avuto modo di interloquire telefonicamente con loro”, ha aggiunto il sindaco Tendas. “Mi hanno detto di stare, complessivamente, abbastanza bene e di essere in isolamento già da alcuni giorni, presso la loro abitazione. Credo sia doveroso evitare allarmisti”.
Ma credo sia altrettanto importante e doveroso richiamare tutti al massimo rispetto delle regole sanitarie”, ha detto ancora il sindaco Tendas. “Ovvero mantenere il distanziamento sociale, evitare assembramenti, usare sempre la mascherina e sanificare spesso le mani”.

segue

L'articolo Coronavirus. Altra impennata di contagi: 139 in Sardegna, 29 in provincia di Oristano sembra essere il primo su LinkOristano.it.

Fonte: Link Oristano

- SARDA NEWS -

LEGGI TUTTE LE NOTIZIE DI OGGI
 


Sarda News non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità nei suoi contenuti originali. La responsabilità del contenuto degli articoli importati dai feed rss è totalmente a carico della reale fonte dell'informazione indicata al termine di ogni notizia.
Sardanews.it - portale web informativo, non gode di finanziamenti pubblici, non chiede registrazioni personali agli utenti, totalmente gratuito, autofinanziato e sostenuto dai banner pubblicitari che compaiono tra le notizie. Se vuoi sostenerci ti ringraziamo per la fiducia e ti invitiamo a disabilitare eventuali adblock attivi sul tuo browser. Per info e segnalazioni scrivi a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.