L'annuncio del sindaco su Facebook. Stop alle discoteche

CAGLIARI. Dopo la scoperta di tre positivi al covid-19, a Carloforte, l'isola sulla costa sud occidentale della Sardegna, «sono state messe in quarantena 45 persone». Ad annunciarlo, in una diretta Facebook è il sindaco della cittadina sull'Isola di San Pietro Salvatore Puggioni, dopo le analisi effettuate dall'istituto di igiene pubblica cattraverso le quali «è stata fatta la mappatura di tutti i locali dove i ragazzi si sono recati».

Il primo cittadino, che promette più controlli grazie anche alle maggiori forze in campo messe a disposizione dalla prefettura di Cagliari, invita «tutte le attività commerciali e tutti i cittadini a rispettare alla lettera le regole sul distanziamento e sull'genizzazione delle mani» e a tenere «un comportamento più rispettoso delle norme imposte anche nelle spiagge».

Inoltre Puggioni mette uno stop «a tutte le iniziative di intrattenimento musicale al fine di limitare quanto più possibile le occasioni di assembramento», invita tutti «ad evitare lo svolgimento di feste e ricorrenze private e spiega che »non saranno più consentite serate danzanti siano o meno in discoteca: dobbiamo farlo perché la salute pubblica viene prima di ogni altra cosa«, chiarisce. (ANSA)

Fonte: La Nuova Sardegna

- SARDA NEWS -

LEGGI TUTTE LE NOTIZIE DI OGGI
 


Sarda News non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità nei suoi contenuti originali. La responsabilità del contenuto degli articoli importati dai feed rss è totalmente a carico della reale fonte dell'informazione indicata al termine di ogni notizia.
Sardanews.it - portale web informativo, non gode di finanziamenti pubblici, non chiede registrazioni personali agli utenti, totalmente gratuito, autofinanziato e sostenuto dai banner pubblicitari che compaiono tra le notizie. Se vuoi sostenerci ti ringraziamo per la fiducia e ti invitiamo a disabilitare eventuali adblock attivi sul tuo browser. Per info e segnalazioni scrivi a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.