“Controllate le vecchie condotte a Samugheo: c’è l’amianto?”
L’Associazione ex esposti chiede ad Abbanoa garanzie sulla sicurezza

Se le vecchie condotte che Abbanoa si prepara a sostituire a Samugheo sono del tipo in cemento amianto, dovrà essere garantito il rispetto delle procedure di sicurezza previste in questi casi, a tutela dei lavoratori impegnati, del diritto alla salute dei cittadini e per l’ambiente.

Lo ricorda l’Associazione regionale ex esposti amianto della Sardegna, in una lettera inviata non solo ad Abbanoa e al sindaco di Samugheo, ma anche alla Assl di Oristano e al Comando dei Carabinieri del NOE. Tutti i destinatari sono invitati “ad attivare un intervento ispettivo utile a conoscere e definire la tipologia della vecchia condotta idrica interessata dall’intervento di sostituzione”.

Nel caso le vecchie condotte da eliminare fossero effettivamente in cemento amianto, il presidente dell’Associazione ex esposti, Giampaolo Lilliu, chiede se siano state messe in essere tutte le prescrizioni in materia di bonifica amianto.

Giampaolo Lilliu

Oltre a Samugheo, l’intervento programmato da Abbanoa coinvolgerà altri 11 comuni nell’Oristanese.

Martedì, 19 gennaio 2021

L'articolo “Controllate le vecchie condotte a Samugheo: c’è l’amianto?” sembra essere il primo su LinkOristano.it.

Fonte: Link Oristano

- SARDA NEWS -

LEGGI TUTTE LE NOTIZIE DI OGGI
 


Sarda News non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità nei suoi contenuti originali. La responsabilità del contenuto degli articoli importati dai feed rss è totalmente a carico della reale fonte dell'informazione indicata al termine di ogni notizia.
Sardanews.it - portale web informativo, non gode di finanziamenti pubblici, non chiede registrazioni personali agli utenti, totalmente gratuito, autofinanziato e sostenuto dai banner pubblicitari che compaiono tra le notizie. Se vuoi sostenerci ti ringraziamo per la fiducia e ti invitiamo a disabilitare eventuali adblock attivi sul tuo browser. Per info e segnalazioni scrivi a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.