A sollecitare l’intervento della magistratura erano state nei giorni scorsi alcune organizzazioni sindacali della Gallura e il sottosegretario alla Sanità Pierpaolo Sileri

TEMPIO. Per ora nessuna inchiesta è stata avviata della Procura di Tempio sui numerosi casi di positività al Covid-19 riscontrati tra i lavoratori in servizio nei locali, nelle discoteche, negli alberghi e nei villaggi-vacanze della Gallura. Dopo il clamore provocato dai contagi al Billionaire di Porto Cervo (a cominciare dal patron Flavio Briatore), al Phi beach di Baia Sardinia, al Country club di Porto Rotondo, alla Luna di San Teodoro e nel villaggio Uvet di Santo Stefano nell’arcipelago della Maddalena si è scatenata la caccia all’untore. In discussione è il mancato rispetto delle prescrizioni anti Covid sia tra i lavoratori che tra gli ospiti-clienti delle strutture.

Alla Procura di Tempio, però, nessun fascicolo di indagine per il momento è stato aperto. A sollecitare l’intervento della magistratura erano state nei giorni scorsi alcune organizzazioni sindacali della Gallura e persino il sottosegretario alla Sanità Pierpaolo Sileri.

Fonte: La Nuova Sardegna

- SARDA NEWS -

LEGGI TUTTE LE NOTIZIE DI OGGI
 


Sarda News non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità nei suoi contenuti originali. La responsabilità del contenuto degli articoli importati dai feed rss è totalmente a carico della reale fonte dell'informazione indicata al termine di ogni notizia.
Sardanews.it - portale web informativo, non gode di finanziamenti pubblici, non chiede registrazioni personali agli utenti, totalmente gratuito, autofinanziato e sostenuto dai banner pubblicitari che compaiono tra le notizie. Se vuoi sostenerci ti ringraziamo per la fiducia e ti invitiamo a disabilitare eventuali adblock attivi sul tuo browser. Per info e segnalazioni scrivi a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.