Arborea

Segnali incoraggianti dai due eventi di novembre ma restano le incertezze per l’appuntamento di aprile

La Pro loco di Arborea approva il bilancio consuntivo del 2021, la relazione del presidente Paolo Sanneris e la relazione del revisore dei conti. L’anno che si è chiuso appena poche settimane fa è stato segnato ancora dalla pandemia di Covid-19, ma si sono visti anche i primi cenni di ripartenza.

Nonostante le poche presenze rispetto al 2019, segnali confortanti sono arrivati in particolare dalle due manifestazioni che la Pro loco ha organizzato a novembre, la 38ª Sagra della Polenta e la Fiera dell’Agricoltura con la Mostra dei mezzi e componenti per l’agricoltura.

Nell’ultima riunione, che si è svolta venerdì scorso nella sala convegni del Centro fieristico, il Consiglio direttivo dell’ente ha discusso e approvato gli adempimenti richiesti dall’Assessorato regionale al Turismo. A seguito della pandemia, Regione e Assessorato al Turismo sono intervenuti sul piano normativo per mettere le Pro loco nelle condizioni di approvare i propri bilanci annuali.

“Alla Sagra della Polenta abbiamo registrato il 40% delle presenze rispetto all’edizione del 2019”, dichiara il presidente della Pro loco, Paolo Sanneris, “mentre per la Fiera dell’Agricoltura e la Mostra  il calo è stato anche più significativo. Bisogna però considerare che quello del 2021 è stato un appuntamento quasi esclusivamente da addetti ai lavori”.

Il bilancio delle due manifestazioni è comunque incoraggiante. “Dovevamo dare un segnale di ripartenza e lo abbiamo fatto”, continua Sanneris, “e grazie a queste iniziative abbiamo riallacciato i rapporti con i paesi gemellati. Inoltre, so che spacci, negozi e ristoranti hanno lavorato molto bene nei giorni della Sagra della Polenta e della Fiera dell’Agricoltura”.

Il focus si sposta ora sui prossimi appuntamenti. “Lavoriamo all’organizzazione della Fiera dell’Agricoltura ad aprile”, dice ancora il presidente della Pro loco, “a pesare sarà però ancora una volta l’andamento dei contagi. Una valutazione più approfondita verrà fatta tra la fine di febbraio e l’inizio di marzo. Se la situazione pandemica fosse quella di oggi, la Fiera dell’Agricoltura salterebbe senz’altro”.

In agenda c’è poi anche il raduno dei polentari d’Italia, saltato nel 2020 e nel 2021. “Non sappiamo se riusciremo a organizzarlo il prossimo autunno insieme alla Sagra della Polenta”, evidenzia Sanneris, “prenderemo una decisione tra aprile e maggio. Significherebbe far arrivare ad Arborea centinaia di polentari provenienti principalmente da Veneto, Piemonte, Emilia-Romagna, Marche, Lazio e Toscana. Il raduno porta via sei mesi di lavoro e le incognite, in questo periodo segnato ancora dalla pandemia, non sono poche. Per la Sagra della Polenta invece è più semplice, perché in un mese e mezzo si riesce a pianificare tutto”.

Lunedì, 24 gennaio 2022

Grazie per aver letto questo articolo. Se vuoi commentarlo, accedi al sito o registrati qui sotto. Se, invece, vuoi inviarci un’informazione, una segnalazione, una foto o un video, puoi utilizzare il numero Whatsapp 331 480 0392, o l’indirizzo email Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Fonte: Link Oristano

- SARDA NEWS -

LEGGI TUTTE LE NOTIZIE DI OGGI
 

Leggi tutte le notizie del giorno in Sardegna

Leggi tutte le Offerte di Lavoro in Sardegna


Sarda News non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità nei suoi contenuti originali. *La responsabilità del contenuto degli articoli importati dai feed rss è totalmente a carico della reale fonte dell'informazione indicata al termine di ogni notizia.
Sardanews.it - portale web informativo, non gode di finanziamenti pubblici, non chiede registrazioni personali agli utenti, totalmente gratuito, autofinanziato e sostenuto dai banner pubblicitari che compaiono tra le notizie. Se vuoi sostenerci ti ringraziamo per la fiducia e ti invitiamo a disabilitare eventuali adblock attivi sul tuo browser. Per informazioni e segnalazioni scrivi al nostro indirizzo e-mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.