Un poliziotto della squadra mobile si è finto postino e ha recapitato il pacco ai due uomini

CAGLIARI. Comprano online la “droga dello stupro”, arrestati dalla polizia a Cagliari un personal trainer di 49 anni e un impiegato di 50, trovati in possesso di quasi 3 litri di Gbl liquido, conosciuta come “droga dello stupro”, acquistata online su internet. Da alcuni giorni i due uomini venivano tenuti d’occhio dalla seconda sezione della Squadra Mobile diretta da Fabrizio Mustaro. Nella tarda mattina di ieri 13 dicembre, è stato proprio un poliziotto della Mobile a recapitare il pacco con la droga, fingendosi il corriere postale incaricato della consegna. Dentro c’erano due bottiglie di plastica da un litro con dentro il Gbl. I due arrestati vivevano in affitto nello stesso appartamento.

Comprano sul web la droga dello stupro e la spacciano in città, due arresti a Cagliarifoto da Quotidiani localiQuotidiani locali

Nel corso della perquisizione, sono stati sequestrati altri 800 ml della stessa droga che, se immessa sul mercato, sarebbe stata suddivisa in 3600 dosi e avrebbe fruttato complessivamente circa 45mila euro. Gli arrestati sono stati messi ai domiciliari su ordine del pubblico ministero e saranno giudicati con rito direttissimo.

Fonte: La Nuova Sardegna

- SARDA NEWS -

LEGGI TUTTE LE NOTIZIE DI OGGI
 

Leggi tutte le notizie del giorno in Sardegna

Leggi tutte le Offerte di Lavoro in Sardegna


Sarda News non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità nei suoi contenuti originali. *La responsabilità del contenuto degli articoli importati dai feed rss è totalmente a carico della reale fonte dell'informazione indicata al termine di ogni notizia.
Sardanews.it - portale web informativo, non gode di finanziamenti pubblici, non chiede registrazioni personali agli utenti, totalmente gratuito, autofinanziato e sostenuto dai banner pubblicitari che compaiono tra le notizie. Se vuoi sostenerci ti ringraziamo per la fiducia e ti invitiamo a disabilitare eventuali adblock attivi sul tuo browser. Per informazioni e segnalazioni scrivi al nostro indirizzo e-mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.