Ieri pomeriggio a Pauli Arbarei, i carabinieri della Stazione di Villamar in collaborazione con quelli di Lunamatrona hanno tratto in arresto un 48enne del luogo, disoccupato con precedenti denunce a carico. Questi, controllato in quella via Vittorio Emanuele III in atteggiamento sospetto, è stato sottoposto a perquisizione domiciliare. È emerso così che l’uomo aveva adibito un locale del suo appartamento alla coltivazione di canapa indiana. Sono stati rinvenuti 100 grammi di marijuana in infiorescenze confezionate, 3 piante di “cannabis indica” in vaso, un bilancino di precisione e altro materiale per il confezionamento in dosi (bustine di cellophane e nastro adesivo). La sostanza è stata posta sotto sequestro e viene custodita nella caserma di Villamar, in attesa di essere inviata per le analisi chimiche e la successiva distruzione ai laboratori dell’Agenzia delle Dogane di Cagliari che da tempo collaborano coi carabinieri. L’uomo è stato arrestato e resterà agli arresti domiciliari in attesa del processo con rito direttissimo fissato per oggi.

L'articolo Coltiva marijuana in casa, 48enne arrestato a Pauli Arbarei proviene da Casteddu On line.

- SARDA NEWS -

LEGGI TUTTE LE NOTIZIE DI OGGI
 

Leggi tutte le notizie del giorno in Sardegna

Leggi tutte le Offerte di Lavoro in Sardegna


Sarda News non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità nei suoi contenuti originali. *La responsabilità del contenuto degli articoli importati dai feed rss è totalmente a carico della reale fonte dell'informazione indicata al termine di ogni notizia.
Sardanews.it - portale web informativo, non gode di finanziamenti pubblici, non chiede registrazioni personali agli utenti, totalmente gratuito, autofinanziato e sostenuto dai banner pubblicitari che compaiono tra le notizie. Se vuoi sostenerci ti ringraziamo per la fiducia e ti invitiamo a disabilitare eventuali adblock attivi sul tuo browser. Per informazioni e segnalazioni scrivi al nostro indirizzo e-mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.