Cocaina in casa, oristanese agli arresti dopo la fuga in auto
Inseguimento nella notte per una decina di chilometri. Oggi il processo

Quando ha visto l’auto dei carabinieri ha accelerato di scatto ed ha certato di allontanarsi. La fuga iniziata a Sestu è durata per una decina di chilometri ma alla fine l’auto è stata bloccata dai militari del Nucleo Investigativo del Comando provinciale di Cagliari, con l’ausilio di colleghi della stazione di San Bartolomeo. Al volante c’era un uomo di 32 anni, nato a Oristano ma residente a Cagliari, già conosciuto dalle forze dell’ordine.

Una perquisizione sull’auto non ha fatto saltar fuori nulla che potesse giustificare la fuga, ma i carabinieri hanno accompagnato il fermato a casa e là hanno trovato una possibile spiegazione: 10 involucri termosaldati contenenti cocaina, per un peso totale di 2,37 grammi. C’era cocaina – l’ha confermato il test – anche in un altro involucro contenente della polvere bianca: 7,75 grammi, in questo caso.

Su disposizione dell’autorità giudiziaria, il giovane è stato posto agli arresti domiciliari per detenzione di cocaina finalizzata allo spaccio. Oggi è previsto il processo per direttissima, in Tribunale a Cagliari.

Sabato, 20 febbraio 2021

L'articolo Cocaina in casa, oristanese agli arresti dopo la fuga in auto sembra essere il primo su LinkOristano.it.

Fonte: Link Oristano

- SARDA NEWS -

LEGGI TUTTE LE NOTIZIE DI OGGI
 


Sarda News non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità nei suoi contenuti originali. La responsabilità del contenuto degli articoli importati dai feed rss è totalmente a carico della reale fonte dell'informazione indicata al termine di ogni notizia.
Sardanews.it - portale web informativo, non gode di finanziamenti pubblici, non chiede registrazioni personali agli utenti, totalmente gratuito, autofinanziato e sostenuto dai banner pubblicitari che compaiono tra le notizie. Se vuoi sostenerci ti ringraziamo per la fiducia e ti invitiamo a disabilitare eventuali adblock attivi sul tuo browser. Per info e segnalazioni scrivi a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.