In via Tonale e in via San Giovanni

CAGLIARI. Due circoli privati chiusi e diverse sanzioni per la violazione delle norme anti Covid-19, arrestato il banconiere di uno dei due locali che oltre alle bevande aveva anche droga da spacciare agli avventori. I poliziotti della Squadra aministrativa della questura e i colleghi del gruppo Falchi della squadra mobile hanno fatto irruzione nella serata di sabato 14 novembre in un circolo privato di via Tonale, zona Is Mirrionis, dove si trovavano numerose persone e venivano somministrati alimenti e bevande in orario vietato secondo le disposizioni del Dpcm. Per questo la presidente del circolo, la 49enne C.E. di Quartu Sant'Elena, è stata sanzionata per 5.400 euro. Inoltre gli agenti della sezione amministrativa hanno trovato una slot machine non collegata alla rete dei Monopoli di Stato e quindi illecita, irregolarità che è costata alla donna una l'ulteriore sanzione amministrativa di 11.000 euro.

Nella stessa circostanza, I Falchi poi hanno arrestato un 54enne, Giancarlo Marceddu, banconiere del locale, per detenzione ai fini di spaccio di stupefacenti: aveva 21 dosi di hascisc, ulteriori 30 grammi dello stesso stupefacente in casa assieme a 1600 euro, 1 dose di cocaina e 1 di marijuana. Il questore di Cagliari ha emesso un provvedimento che dispone la cessazione immediata dell'attività di somministrazione di alimenti e bevande del circolo.

Alcuni giorni prima, gli agenti del Reparto Prevenzione Crimine hanno controllato invece un circolo privato in via San Giovanni. Nonostante le serrande abbassate e la porta chiusa, all'interno c'era il presidente del circolo, un cittadino bengalese, insieme ad altri sei avventori che stavano consumando birra. Quattro di loro sono risultati avere a proprio carico numerosi precedenti penali e di polizia. In particolare uno dei bengalesi 47enne è stato denunciato per detenzione ai fini di spaccio in quanto sorpreso con tre boccette di metadone e 1750 euro in contanti, presumibilmente frutto di attività illecita. I poliziotti sono tornati per un nuovo controllo venerdì sera e hanno trovato il circolo nuovamente aperto fuori dall’orario consentito. Dentro c’erano sei avventori non soci più il titolare del circolo che consumavano alcolici. Il gestore del locale è stato multato di 5.400 euro per la somministrazione vietata ai non soci e la violazione delle norme anti-Covid. Inoltre, è stata disposta la sospensione dell'attività per 5 giorni, termine che potrebbe essere prorogato in forza di determinazioni ulteriori del Prefetto sulla base della segnalazione della polizia.

Fonte: La Nuova Sardegna

- SARDA NEWS -

LEGGI TUTTE LE NOTIZIE DI OGGI
 


Sarda News non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità nei suoi contenuti originali. La responsabilità del contenuto degli articoli importati dai feed rss è totalmente a carico della reale fonte dell'informazione indicata al termine di ogni notizia.
Sardanews.it - portale web informativo, non gode di finanziamenti pubblici, non chiede registrazioni personali agli utenti, totalmente gratuito, autofinanziato e sostenuto dai banner pubblicitari che compaiono tra le notizie. Se vuoi sostenerci ti ringraziamo per la fiducia e ti invitiamo a disabilitare eventuali adblock attivi sul tuo browser. Per info e segnalazioni scrivi a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.