Serrande alzate da lunedì, a Quartu Sant’Elena l’intento è quello di trovare quanti più esercenti possibili che dicano sì alle riaperture per ritornare a lavorare. A Radio CASTEDDU, Sara Inconis: “Mi sono impegnata per contattare la mia categoria, i parrucchieri: non è facile però, se non ci proviamo, non possiamo sapere come andrà a finire. L’iniziativa è quella non di scendere in piazza, ma stare dentro le nostre attività; abbiamo avuto molte adesioni e quello che noi vorremmo, se sarà possibile, che si facesse, magari, anche fuori dalla Sardegna, perché siamo tutti nella stessa situazione. Ho un salone da 4 anni, in zona arancione ci hanno dato la possibilità di lavorare però, purtroppo, un po’ a rilento.Mi rivolgo anche agli operatori delle altre attività, centri estetici, tatuatori: chiunque volesse partecipare ne saremmo molto felici.Io posso dire che ho la fortuna di avere dei clienti che credono in me e sono  loro i primi ad avermi detto “se tu apri noi ci siamo”, consapevoli anche del rischio delle multe o di quello che si va purtroppo incontro.Mi auguro che siano così anche i clienti degli altri colleghi: vogliamo aprire la serranda perché vogliamo lavorare, però si da libera scelta a chi vorrà avere la clientela all’interno, altrimenti potrebbero soltanto alzare le serrande come gesto simbolico.Io farò parte di quelli propensi a lavorare”.Risentite qui l’intervista aSara Inconis del direttore Jacopo Norfo e di Paolo Rapeanuhttps://www.facebook.com/castedduonline/videos/232506961959061/e scaricate gratuitamente l’APP di RADIO CASTEDDUhttps://play.google.com/store/apps/details?id=com.newradio.radiocastedduonline

- SARDA NEWS -

LEGGI TUTTE LE NOTIZIE DI OGGI
 

Leggi tutte le notizie del giorno in Sardegna

Leggi tutte le Offerte di Lavoro in Sardegna


Sarda News non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità nei suoi contenuti originali. *La responsabilità del contenuto degli articoli importati dai feed rss è totalmente a carico della reale fonte dell'informazione indicata al termine di ogni notizia.
Sardanews.it - portale web informativo, non gode di finanziamenti pubblici, non chiede registrazioni personali agli utenti, totalmente gratuito, autofinanziato e sostenuto dai banner pubblicitari che compaiono tra le notizie. Se vuoi sostenerci ti ringraziamo per la fiducia e ti invitiamo a disabilitare eventuali adblock attivi sul tuo browser. Per informazioni e segnalazioni scrivi al nostro indirizzo e-mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.