Chiama i carabinieri e annuncia il suicidio: salvata dai militari
Protagonista una donna di Mogoro rintracciata vicino a Gonnostramatza

Foto archivio Carabinieri Oristano

Ha telefonato ai carabinieri annunciando il suicidio. Poi ha staccato il telefono, ma dopo oltre otto ore di ricerca i militari sono riusciti a trovarla e a salvare una donna di Mogoro, evitando l’ennesima tragedia.

La vicenda ha preso avvio intorno alle 12 di ieri mattina, quando la donna, 50 anni, ha chiamato la sala operativa dei carabinieri della Compagnia di Mogoro. Al centralinista dell’Arma ha detto che aveva deciso di farla finita e che avrebbe ingerito degli psicofarmaci.
Subito dopo ha spento il cellulare rendendosi irraggiungibile.

I militari della Compagnia di Mogoro, coordinati dal capitano Nadia Gioviale, si sono attivati tempestivamente e dopo aver agganciato la cella del ripetitore telefonico, dieci pattuglie con venti militari hanno avviato le ricerche della donna.
Hanno setacciato il centro abitato e le campagne sino alle 20, quando una delle pattuglie ha rintracciato la donna che vagava lungo la provinciale 73, all’altezza del bivio per Gonnostramatza.

La donna era in evidente stato confusionale e di disidratazione, a causa del caldo torrido e sotto l’effetto di farmaci.
E’ stata quindi trasferita in ambulanza dal 118 all’ospedale di San Gavino.
Ora è ricoverata per accertamenti.

Lunedì, 3 agosto 2020

L'articolo Chiama i carabinieri e annuncia il suicidio: salvata dai militari sembra essere il primo su LinkOristano.it.

Fonte: Link Oristano

- SARDA NEWS -

LEGGI TUTTE LE NOTIZIE DI OGGI
 


Sarda News non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità nei suoi contenuti originali. La responsabilità del contenuto degli articoli importati dai feed rss è totalmente a carico della reale fonte dell'informazione indicata al termine di ogni notizia.
Sardanews.it - portale web informativo, non gode di finanziamenti pubblici, non chiede registrazioni personali agli utenti, totalmente gratuito, autofinanziato e sostenuto dai banner pubblicitari che compaiono tra le notizie. Se vuoi sostenerci ti ringraziamo per la fiducia e ti invitiamo a disabilitare eventuali adblock attivi sul tuo browser. Per info e segnalazioni scrivi a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.