Oristano

Lo sciopero generale del 16 dicembre chiede al Governo impegno per le fasce più deboli

Anche dall’Oristanese arrivano tante adesioni allo sciopero generale in programma giovedì prossimo, 16 dicembre. A indirlo, per protestare contro la manovra finanziaria varata dal Governo, sono state la Cgil e la Uil.

Si terrà una grande manifestazione nazionale a Roma, in piazza del Popolo, i sindacati hanno però organizzato manifestazioni anche a Bari, Cagliari, Milano e Palermo. L’appuntamento di Cagliari, a partire dalle 10, è in piazza dei Centomila.

“La Cgil di Oristano porterà a Cagliari tra le 170 e le 180 persone”, dichiara il segretario Andrea Sanna. “Ci aspettiamo una partecipazione importante. Il nostro è un grido d’allarme, perché questa legge di bilancio non va certamente a ricreare quella coesione sociale venuta meno con l’arrivo della pandemia di Covid-19”.

“Abbiamo chiesto interventi a tutela delle fasce più deboli, i giovani, le donne, i precari, i pensionati”, ha proseguito Andrea Sanna, “aspetti che in questa iniqua legge di bilancio ritroviamo soltanto in minima parte. Penso poi alla nostra realtà: nell’Oristanese il Pil è molto basso, il nostro è un territorio che vive una situazione di grande disagio. Se non si sostengono le aree periferiche del Paese non si possono affrontare davvero tematiche come lo spopolamento e il precariato. Scendiamo in piazza per lanciare un segnale: dobbiamo tutelare chi vive in una realtà fragile come la nostra, dobbiamo stare dalla parte del più debole”.

Andrea Sanna - Cgil
Andrea Sanna

“Non vedo in questa legge di bilancio alcuna tutela dei più deboli e penalizzati dalla crisi legata alla pandemia”, ha concluso il segretario della Cgil di Oristano, “si è invece pensato maggiormente ai redditi superiori ai 50mila euro”.

Lo sciopero indetto da Cigl e Uil, a cui non ha aderito la Cisl, è sì generale, ma alcuni settori strategici sono stati esentati. Come la sanità, una parte della scuola, che ha già manifestato lo scorso 10 dicembre, e i servizi di igiene ambientale. Possibili disagi invece per l’adesione alla protesta da parte di un settore chiave come il trasporto pubblico.

Martedì, 14 dicembre 2021

Grazie per aver letto questo articolo. Se vuoi commentarlo, accedi al sito o registrati qui sotto. Se, invece, vuoi inviarci un’informazione, una segnalazione, una foto o un video, puoi utilizzare il numero Whatsapp 331 480 0392 o l’indirizzo email Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo..

Fonte: Link Oristano

- SARDA NEWS -

LEGGI TUTTE LE NOTIZIE DI OGGI
 

Leggi tutte le notizie del giorno in Sardegna

Leggi tutte le Offerte di Lavoro in Sardegna


Sarda News non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità nei suoi contenuti originali. *La responsabilità del contenuto degli articoli importati dai feed rss è totalmente a carico della reale fonte dell'informazione indicata al termine di ogni notizia.
Sardanews.it - portale web informativo, non gode di finanziamenti pubblici, non chiede registrazioni personali agli utenti, totalmente gratuito, autofinanziato e sostenuto dai banner pubblicitari che compaiono tra le notizie. Se vuoi sostenerci ti ringraziamo per la fiducia e ti invitiamo a disabilitare eventuali adblock attivi sul tuo browser. Per informazioni e segnalazioni scrivi al nostro indirizzo e-mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.