Cera critica l’assessora Murgia: “Ritardi sul fondo per i rischi in agricoltura”
Nuova lettera di sollecito sottoscritta anche dalla Commissione Attività produttive

Torna d’attualità il fondo di rotazione in favore delle aziende agricole e zootecniche della Sardegna per i rischi assicurati dai Consorzi di difesa delle produzioni intensive delle province di Cagliari, Oristano e Sassari. A chiedere ancora una volta la costituzione del fondo è il consigliere regionale Emanuele Cera, che ha inviato un nuovo sollecito all’assessora regionale all’Agricoltura, Gabriella Murgia.

“Ormai”, spiega l’ex sindaco di San Nicolò d’Arcidano, “la situazione attuale delle nostre campagne, a seguito delle gelate e nevicate di questi giorni, richiede un intervento immediato per risolvere l’incresciosa situazione del settore agricolo, mediante l’istituzione immediata di un fondo di rotazione”.

L’input che arriva da Cera è stato appoggiato all’unanimità dai consiglieri della V Commissione “Attività produttive”. Si chiede all’Assessorato all’Agricoltura che le risorse per il fondo di rotazione siano stanziate con la manovra economico-finanziaria 2021-2023. “La Commissione”, sottolinea il consigliere regionale di Forza Italia, “evidenzia la necessità improcrastinabile di reperire all’interno della manovra economico-finanziaria 2021-2023 le risorse necessarie funzionali all’assegnazione di una anticipazione ai medesimi Consorzi di difesa, per eliminare le attuali disfunzioni generate dal sistema dell’assicurazione agricola agevolata, dovuta ai ritardi cronici nei pagamenti da parte dell’Agea e del Mipaf”.

Emanuele Cera

“Non dimentichiamo”, prosegue ancora Emanuele Cera, “che questo argomento particolarmente sentito ha già visto più interventi da parte del sottoscritto, attraverso un’interpellanza del 20 novembre 2020 prima e un’interrogazione dell’8 gennaio 2021 poi, perché venga stabilito una volta per tutte se l’Assessorato intende intervenire direttamente per andare a coprire in danni in agricoltura, ovvero se intende agevolare il prezioso compito svolto dai Consorzi di difesa per eliminare la disfunzioni generate dai ritardi cronici nei pagamenti da parte degli enti preposti”.

“Piogge torrenziali, gelate e nevicate della stagione invernale 2020/2021”, dice il consigliere regionale, “stanno cagionando incalcolabili danni agli agricoltori e in particolar modo alle colture da campo e ai vitigni, mettendo in ginocchio il sistema economico produttivo delle campagne, già fortemente provato dalla situazione emergenziale tutt’ora in corso”.

Cera chiede quindi maggiori tutele per il settore. “Le dinamiche tecnico-politiche”, prosegue, “stanno aggravando la situazione mettendo ulteriormente a rischio le attività produttive, scoraggiate dall’assenza della tutela di cui necessitano. È quanto mai indispensabile e urgente”, conclude l’ex sindaco di San Nicolò d’Arcidano, “far sì che la soluzione prospettata in ultimo dalla V Commissione possa vedere definitivamente la luce e garantire la giusta salvaguardia a un settore in ginocchio. Auspico vivamente una maggiore incisività dell’Assessorato dell’Agricoltura sulle problematiche del settore primario”.

Giovedì, 25 marzo 2021

L'articolo Cera critica l’assessora Murgia: “Ritardi sul fondo per i rischi in agricoltura” sembra essere il primo su LinkOristano.it.

Fonte: Link Oristano

- SARDA NEWS -

LEGGI TUTTE LE NOTIZIE DI OGGI
 

Leggi tutte le notizie del giorno in Sardegna

Leggi tutte le Offerte di Lavoro in Sardegna


Sarda News non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità nei suoi contenuti originali. *La responsabilità del contenuto degli articoli importati dai feed rss è totalmente a carico della reale fonte dell'informazione indicata al termine di ogni notizia.
Sardanews.it - portale web informativo, non gode di finanziamenti pubblici, non chiede registrazioni personali agli utenti, totalmente gratuito, autofinanziato e sostenuto dai banner pubblicitari che compaiono tra le notizie. Se vuoi sostenerci ti ringraziamo per la fiducia e ti invitiamo a disabilitare eventuali adblock attivi sul tuo browser. Per informazioni e segnalazioni scrivi al nostro indirizzo e-mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.