Elder e Hjorth accusati di concorso in omicidio

(ANSA) - ROMA, 06 MAR - "Chiedo il carcere a vita per Finnegan Lee Elder e Gabriele Natale Hjorth". E' la richiesta del pm di Roma Maria Sabina Calabretta, al termine di una requisitoria durata circa quattro ore, per i due americani accusati dell'omicidio del vicebrigadiere dei carabinieri Mario Cerciello Rega avvenuto il 26 luglio del 2019 nel corso di una drammatica colluttazione in strada del quartiere Prati a Roma.

Il sostituto procuratore ha esordito affermando che questa vicenda è caratterizzata da "fatti gravi" e "grave è l'ingiustizia che è stata commessa contro un uomo buono, che stava lavorando". Si è trattato di "una aggressione, un attacco sproporzionato e micidiale: una azione univoca per uccidere, la finalità era uccidere". Per il pm Cerciello "avrebbe potuto poco anche se armato e non lo era. La volontà di Elder era omicidiaria". "Non fu legittima difesa. Entrambi gli imputati sono andati all'incontro preparandosi, erano pronti a tutto anche allo scontro fisico per raggiungere il loro obiettivo", prosegue la requisitoria del pm.

"I carabinieri - prosegue - si sono qualificati, hanno mostrato il tesserino ed erano in servizio: si sono avvicinati frontalmente, non alle spalle. Cerciello non è stato ammazzato con una coltellata ma con undici fendenti. La giovane età degli imputati e il fatto che siano incensurati non tolgono gravità ai fatti". (ANSA).

Fonte: La Nuova Sardegna

- SARDA NEWS -

LEGGI TUTTE LE NOTIZIE DI OGGI
 


Sarda News non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità nei suoi contenuti originali. La responsabilità del contenuto degli articoli importati dai feed rss è totalmente a carico della reale fonte dell'informazione indicata al termine di ogni notizia.
Sardanews.it - portale web informativo, non gode di finanziamenti pubblici, non chiede registrazioni personali agli utenti, totalmente gratuito, autofinanziato e sostenuto dai banner pubblicitari che compaiono tra le notizie. Se vuoi sostenerci ti ringraziamo per la fiducia e ti invitiamo a disabilitare eventuali adblock attivi sul tuo browser. Per info e segnalazioni scrivi a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.