Carla Medau: “Pula con grande coraggio supererà anche la zona rossa, siamo una grande comunità”. Anche Pula in zona rossa: da oggi e per le prossime due settimane la sindaca Medau ha firmato un’ordinanza per contrastare ulteriormente la diffusione del coronavirus. A Radio CASTEDDU spiega: “La situazione è quella che nasce da una comunicazione protocollata ieri pomeriggio da parte dell’Ats, che mi ha comunicato che è stato superato l’indice dei contagi per numero di abitanti e che, quindi, è necessario assumere decisioni di limitazione degli spostamenti e anche di chiusura degli esercizi commerciali.Ho provato a resistere perché avevo predisposto, questa mattina, un’ordinanza cosidetta di zona arancione rafforzata, un po’ più severa rispetto alla zona arancione, ma sono venuta a conoscenza, in modo non ufficiale, di un caso di variante e altri contagi, tra cui una bambina della scuola. Questo mi ha portato, dopo averlo concordato anche con l’Ats, a dover abbandonare l’idea della zona arancione rafforzata e, quindi, decretare la zona rossa. Siamo a ridosso della Pasqua, di una stagione che speravamo potesse iniziare nel migliore dei modi e,  dopo tanti sacrifici, si presenta questa battuta d’arresto. Abbiamo già due casi di variante inglese e spero che si fermino a 2.I positivi a Pula sono 25 più i15 del centro AIAS che, anche quelli, purtroppo, entrano nella contabilità sebbene sia una situazione ben controllata e i pazienti stanno andando verso una guarigione. Questo mi fa ben sperare e spero che, dopo questi giorni di Pasqua, si possa ritornare ad una zona arancione il più presto possibile. Lo farò per il bene dei miei cittadini e per poter ripartire con più serenità.È impossibile pensare che tutto sia avvenuto tra stamattina e ieri sera: sono dei contagi che erano già in corso in questi giorni se non in queste ultime settimane, che evidentemente sono emersi anche con lo screen Sardi e Sicuri”.Non solo: “Essere così vicini a due città che hanno vissuto e stanno vivendo la zona rossa, con tutte le interazioni sociali, economiche, di lavoro era quasi impossibile che non venissimo in qualche modo coinvolti. Non è colpa di nessuno, ci mancherebbe.Io mi auguro che, nello spazio di una settimana, si possa revocare la zona rossa e provare a tornare in una zona arancione rafforzata, come eravamo nella stessa condizione stamattina.È stata una decisione molto dolorosa, però si capiva che, un comune dopo l’altro, in qualche modo saremmo stati coinvolti dalla variante, perché è quella che fa crollare, alla fine, un po’ tutte le speranze. Il comune di Pula è il più popoloso tra Sarroch e Villa San Pietro ed è più difficile da gestire. Abbiamo affrontato tante difficoltà, spero che supereremo al più presto questo momento”.Risentite qui l’intervista a Carla Medau del direttore Jacopo Norfo e di Paolo Rapeanuhttps://www.facebook.com/castedduonline/videos/448493573076359/e scaricate gratuitamente l’APP di RADIO CASTEDDUhttps://play.google.com/store/apps/details?id=com.newradio.radiocastedduonline

- SARDA NEWS -

LEGGI TUTTE LE NOTIZIE DI OGGI
 

Leggi tutte le notizie del giorno in Sardegna

Leggi tutte le Offerte di Lavoro in Sardegna


Sarda News non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità nei suoi contenuti originali. *La responsabilità del contenuto degli articoli importati dai feed rss è totalmente a carico della reale fonte dell'informazione indicata al termine di ogni notizia.
Sardanews.it - portale web informativo, non gode di finanziamenti pubblici, non chiede registrazioni personali agli utenti, totalmente gratuito, autofinanziato e sostenuto dai banner pubblicitari che compaiono tra le notizie. Se vuoi sostenerci ti ringraziamo per la fiducia e ti invitiamo a disabilitare eventuali adblock attivi sul tuo browser. Per informazioni e segnalazioni scrivi al nostro indirizzo e-mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.