I cantieri comunali avviati col progetto Lavoras hanno restituito alla Città due grandi risultati, opere importanti che restano alla città e lavoro per 40 cittadini.  Per  otto mesi tre squadre di lavoratori, per un totale  40 unità lavorative, hanno lavorato per 20 ore settimanali restituendo alla città opere di messa in sicurezza, quali fasce di parafuoco nelle zone limitrofe a strade comunali e i lavori di manutenzione degli impianti sportivi del complesso di via Balilla .
Due settimane fa si è chiuso il primo cantiere di 14 lavoratori dedicati alla realizzazione delle fasce parafuoco, mentre ieri si sono  chiusi i  due cantieri che operavano nella Cittadella sportiva di via Balilla.  Uno di questi ultimi due  cantieri, di 13 lavoratori ciascuno, ha realizzato la manutenzione e riqualificazione dei muri esterni della pista di atletica per 400 metri lineari; l’altro ha portato avanti i lavori di riqualificazione dell’area di pertinenza della pista di pattinaggio e ripristino della balaustra della pista di pattinaggio .
“La cura nella realizzazione dei lavori e l’attenzione anche nelle piccole cose di contorno, come la realizzazione di piccoli giardinetti nelle aree diserbate, testimonia amore e attenzione per la città e per il lavoro da parte di questi nostri concittadini”.

- SARDA NEWS -

LEGGI TUTTE LE NOTIZIE DI OGGI
 


Sarda News non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità nei suoi contenuti originali. La responsabilità del contenuto degli articoli importati dai feed rss è totalmente a carico della reale fonte dell'informazione indicata al termine di ogni notizia.
Sardanews.it - portale web informativo, non gode di finanziamenti pubblici, non chiede registrazioni personali agli utenti, totalmente gratuito, autofinanziato e sostenuto dai banner pubblicitari che compaiono tra le notizie. Se vuoi sostenerci ti ringraziamo per la fiducia e ti invitiamo a disabilitare eventuali adblock attivi sul tuo browser. Per info e segnalazioni scrivi a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.