Il deputato di Forza Italia Ugo Cappellacci a Radio Casteddu: “Ancora in zona arancione? È un rischio purtroppo concreto che dipende dal fatto che il sistema della classificazione è un sistema che va rivisto, perché si basa su dati non attuali e porta strutture, come la Sardegna, che ha un basso rischio, di rimanere in zona arancione .Non siamo ancora liberi tutti ed è meglio usare la massima prudenza, non si deve abbassare la guardia, anzi, bisogna tenerla molto alta ed indubbiamente ci sono una serie di strutture che vanno riviste come questo del meccanismo di ingresso nelle varie zone .È impensabile che con le condizioni attuali si deve rimanere arancioni, il comitato dovrebbe rivedere i dati sulla base attuale. Sono pessimista a dire la verità”.“Sono rientrato da poco da Roma e abbiamo viaggiato gomito a gomito in aereo. Seppure durante il volo può  esserci il ricambio d’aria, l’imbarco è durato 40 minuti senza alcun distanziamento tra i passeggeri.Insomma, ci sono molte cose che non vanno come il coprifuoco alle 22, che è una cosa che per la Sardegna non va bene. Avrà senso per la Lombardia, per il Veneto in cui si cena alle 19:30  ma non in Sardegna dove si cena alle 20 o alle 21″.Risentite qui l’intervista del direttore Jacopo Norfo e di Paolo Rapeanu https://www.facebook.com/castedduonline/videos/902563547250951/ e scaricate gratuitamente l’APP di RADIO CASTEDDUhttps://play.google.com/store/apps/details?id=com.newradio.radiocastedduonline

- SARDA NEWS -

LEGGI TUTTE LE NOTIZIE DI OGGI
 


Sarda News non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità nei suoi contenuti originali. La responsabilità del contenuto degli articoli importati dai feed rss è totalmente a carico della reale fonte dell'informazione indicata al termine di ogni notizia.
Sardanews.it - portale web informativo, non gode di finanziamenti pubblici, non chiede registrazioni personali agli utenti, totalmente gratuito, autofinanziato e sostenuto dai banner pubblicitari che compaiono tra le notizie. Se vuoi sostenerci ti ringraziamo per la fiducia e ti invitiamo a disabilitare eventuali adblock attivi sul tuo browser. Per info e segnalazioni scrivi a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.