A Capoterra sta per partire la rivoluzione delle scuole. Il progetto presentato dal Comune ha ottenuto il sì, decisivo, del ministero dell’Istruzione. E a Su Loi e Rio San Girolamo, presto, arriveranno le ruspe: nel primo caso per demolire l’attuale scuola, nel secondo per ricostruirla, moderna ed efficiente, poco prima di Poggio dei Pini. Sono 2,9 i milioni chiesti dall’amministrazione comunale guidata dal sindaco Beniamino Garau. Il progetto è stato approvato: accanto alla scuola materna realizzata nel 2016, in via Europa, a un tiro di schioppo dalla Strada comunale dei Genovesi, sorgerà anche l’istituto elementare, disegnato dalle archistar Renzo Piano e Stefano Boeri. Saranno loro a preparare il progetto preliminare e consegnarlo direttamente al Comune. “Tra i 216 Comuni in tutta Italia e tra i 7 sardi, con un grande e duro lavoro abbiamo ottenuto i fondi del Pnrr per la demolizione e ricostruzione di un nuovo edificio scolastico innovativo”, spiega il sindaco Garau. Le scuole materne e quelle elementari “permetteranno alla nostra comunità di avere un polo didattico innovativo ed efficiente garantendo cosi strutture innovative su un progetto di piattaforma nazionale gestito dal Miur e con la partecipazione di archistar come Renzo Piano e Boeri. Ci tengo a ringraziare per il grande lavoro svolto l’ufficio Lavori Pubblici e l’ amministrazione comunale per questo grande traguardo”.

- SARDA NEWS -

LEGGI TUTTE LE NOTIZIE DI OGGI
 

Leggi tutte le notizie del giorno in Sardegna

Leggi tutte le Offerte di Lavoro in Sardegna


Sarda News non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità nei suoi contenuti originali. *La responsabilità del contenuto degli articoli importati dai feed rss è totalmente a carico della reale fonte dell'informazione indicata al termine di ogni notizia.
Sardanews.it - portale web informativo, non gode di finanziamenti pubblici, non chiede registrazioni personali agli utenti, totalmente gratuito, autofinanziato e sostenuto dai banner pubblicitari che compaiono tra le notizie. Se vuoi sostenerci ti ringraziamo per la fiducia e ti invitiamo a disabilitare eventuali adblock attivi sul tuo browser. Per informazioni e segnalazioni scrivi al nostro indirizzo e-mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.