Gruppi di ragazzini violenti a bordo dei bus che, il sabato sera, viaggiano verso Capoterra. A lanciare l’allarme è la società di trasporti Baire, con tanto di post pubblico su Facebook: “Aiutateci ad educare. Ultima corsa del sabato, 23.30: sui nostri autobus non può salire la violenza. A causa di spiacevoli episodi che stanno interessando il trasporto il sabato sera – linea extraurbana – chiediamo a chi usufruisce del servizio e soprattutto ai genitori dei ragazzi che sono soliti rientrare a Capoterra il sabato con i nostri mezzi di aiutarci a veicolare un messaggio di tolleranza e buon comportamento”.“Non possiamo consentire che i nostri autisti e altri utenti diventino bersaglio di spiacevoli episodi. La nostra azienda da sempre è sinonimo di sicurezza, intesa come un insieme di elementi che garantisce l’efficienza del servizio. Vogliamo continuare ad esserlo, a garantire efficienza, a tutelare i più deboli, ad assicurare un servizio sicuro. Riteniamo utile continuare a garantire il servizio nella fascia oraria serale del sabato ma non possiamo consentire che atteggiamenti aggressivi e intolleranti messi in atto da persone singole o, peggio, da gruppi di ragazzi, mettano a repentaglio l’incolumità delle persone a bordo”.

- SARDA NEWS -

LEGGI TUTTE LE NOTIZIE DI OGGI
 

Leggi tutte le notizie del giorno in Sardegna

Leggi tutte le Offerte di Lavoro in Sardegna


Sarda News non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità nei suoi contenuti originali. *La responsabilità del contenuto degli articoli importati dai feed rss è totalmente a carico della reale fonte dell'informazione indicata al termine di ogni notizia.
Sardanews.it - portale web informativo, non gode di finanziamenti pubblici, non chiede registrazioni personali agli utenti, totalmente gratuito, autofinanziato e sostenuto dai banner pubblicitari che compaiono tra le notizie. Se vuoi sostenerci ti ringraziamo per la fiducia e ti invitiamo a disabilitare eventuali adblock attivi sul tuo browser. Per informazioni e segnalazioni scrivi al nostro indirizzo e-mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.