CAPOTERRA. Anche Capoterra, Comune a una ventina di chilometri da Cagliari, entra da oggi in zona rossa e salgono così a 15 le località dell'isola in lockdown. Il sindaco Francesco Dessì ha firmato questa sera 6 aprile un'ordinanza con la quale dispone che il territorio comunale sarà in zona rossa dalle 8 di domani 7 aprile fino alle ore 24 di martedì 20 aprile.

«Le scuole di ogni ordine e grado resteranno chiuse fino al 18 aprile salvo diverse disposizioni che potrebbero essere comunicate nei prossimi giorni», spiega il sindaco. Non sarà possibile uscire di casa se non per ragioni di lavoro, salute o necessità che dovranno essere indicate nelle apposite autocertificazioni. Potranno restare aperte solo le attività connesse ai servizi essenziali.

Anche gli uffici comunali continueranno a erogare i servizi essenziali (Protocollo, Anagrafe, Polizia Locale, Protezione civile, Servizi sociali e manutenzioni) ma sarà possibile contattare i relativi uffici solo via email o telefonicamente. In casi particolari sarà possibile fissare telefonicamente un appuntamento.

In totale sono 15 i paesi sardi in zona rossa. Con Capoterra ci sono Bultei, Soleminis, Burcei, Villa San Pietro, Donori, Pula, Samugheo, Sindia, Gavoi, Golfo Aranci, Bono, Pozzomaggiore, Uri e Sennariolo.

CAPOTERRA. Anche Capoterra, Comune a una ventina di chilometri da Cagliari, entra da oggi in zona rossa e salgono così a 15 le località dell'isola in lockdown. Il sindaco Francesco Dessì ha firmato questa sera 6 aprile un'ordinanza con la quale dispone che il territorio comunale sarà in zona rossa dalle 8 di domani 7 aprile fino alle ore 24 di martedì 20 aprile.

«Le scuole di ogni ordine e grado resteranno chiuse fino al 18 aprile salvo diverse disposizioni che potrebbero essere comunicate nei prossimi giorni», spiega il sindaco. Non sarà possibile uscire di casa se non per ragioni di lavoro, salute o necessità che dovranno essere indicate nelle apposite autocertificazioni. Potranno restare aperte solo le attività connesse ai servizi essenziali.

Anche gli uffici comunali continueranno a erogare i servizi essenziali (Protocollo, Anagrafe, Polizia Locale, Protezione civile, Servizi sociali e manutenzioni) ma sarà possibile contattare i relativi uffici solo via email o telefonicamente. In casi particolari sarà possibile fissare telefonicamente un appuntamento.

In totale sono 15 i paesi sardi in zona rossa. Con Capoterra ci sono Bultei, Soleminis, Burcei, Villa San Pietro, Donori, Pula, Samugheo, Sindia, Gavoi, Golfo Aranci, Bono, Pozzomaggiore, Uri e Sennariolo.

Fonte: La Nuova Sardegna

- SARDA NEWS -

LEGGI TUTTE LE NOTIZIE DI OGGI
 


Sarda News non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità nei suoi contenuti originali. *La responsabilità del contenuto degli articoli importati dai feed rss è totalmente a carico della reale fonte dell'informazione indicata al termine di ogni notizia.
Sardanews.it - portale web informativo, non gode di finanziamenti pubblici, non chiede registrazioni personali agli utenti, totalmente gratuito, autofinanziato e sostenuto dai banner pubblicitari che compaiono tra le notizie. Se vuoi sostenerci ti ringraziamo per la fiducia e ti invitiamo a disabilitare eventuali adblock attivi sul tuo browser. Per informazioni e segnalazioni scrivi al nostro indirizzo e-mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.